il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

venerdì 11 ottobre 2013

La guerra è ormai ufficiale - sarà Microsoft o Google, con Apple a fare la Svizzera

HP dichiara guerra - per il momento fredda - a Microsoft, che con il Surface è entrata a gamba tesa nel mercato Tablet PC, stravolgendolo. Ma se si guarda a tutti i fronti la guerra è già calda, molto calda.

Circa un anno e mezzo fa Microsoft ha annunciato di voler lanciare il Microsoft Surface RT e il Microsoft Surface Pro. La notizia ha creato diversi malumori tra i produttori di PC e Tablet PC non professionali, ma fino a ieri l'unico produttore a criticare apertamente la cosa è stato Acer.



Ieri il CEO di Hewlett-Packard, Meg Whitman, ha detto che la relazione tra HP e Microsoft sta cambiando e che le due società stanno trasformandosi "da partner a forti concorrenti". HP è il primo produttore al mondo di PC e una affermazione simile è estremamente seria ed evidenzia che qualcosa è cambiato. Forse tutto è cambiato.

Se il Surface RT è stata una occasione sprecata in modo stupido (un prodotto ottimo che doveva essere venduto sottocosto a non più di 200 euro per distruggere le fasce media e alta di Android, rientrando poi nelle perdite con le applicazioni, applicazioni che ora non verranno prodotte vista la diffusione miserrima della piattaforma Windows 8/Windows RT) il Surface Pro ha fatto la differenza.

Un anno fa, con l'uscita di Windows 8, i vari produttori hanno pensato a mungere gli acquirenti, proponendo dispositivi spesso mediocri a prezzi folli: i dispositivi Atom venduti a 899 euro, i dispositivi Pentium o Celeron venduti a di 1200 euro; i dispositivi Windows RT venduti al prezzo dei portatili con Core i7.
In questo scenario il Surface Pro ha costretto i produttori a moderarsi - lanciato a 899 euro e abbastanza rapidamente abbassato di prezzo, il Surface Pro non solo ha ridotto le vendite di Acer, Asus, HP, Sony e Lenovo ma ha anche costretto questi produttori ad abbassare i margini di guadagno - oggi è possibile acquistare ottimi Tablet PC con processore Core a meno di mille euro e a fine ottobre saranno lanciati moltissimi Tablet PC con processore Atom a meno di 400 euro. Microsoft non ha però solo impartito una lezione di umiltà - ha scelto di restare e moltiplicarsi, entrando in modo definitivo nel mercato PC.





Alla lunga la riduzione dei prezzi non sarà sgradita ai produttori, che vendendo di più a meno potranno comunque guadagnare di più - dispositivi come l'HP Envy x2 o il Lenovo IdeaPad Yoga 11 non hanno mai venduto a prezzo pieno, mentre sono spariti dagli scaffali in pochi giorni una volta riposizionati - ma senza guardare alla lunga le cose cambieranno. Se l'anno scorso le aziende hanno dovuto rassegnarsi e covare rancore in modo silenzioso - non era infatti possibile abbandonare Microsoft e Windows - al giorno d'oggi le alternative ci sono.

Windows 8 è stato un flop colossale: non solo non ha convinto gli utenti aziendali, comunque difficili da convincere per definizione e in termini generali poco propensi a passare ad un nuovo sistema operativo (soprattutto a pochi anni o mesi dal traumatico abbandono di Windows XP per Windows 7), ma non ha convinto nemmeno gli utenti domestici, che in molti casi hanno fatto (spesso non legalmente) il downgrade. I dati sulla diffusione parlano chiaro e le motivazioni di questo flop sono molteplici - non c'è solo la nuova interfaccia grafica doppia. Oggi, però, a Windows 8 ci sono alternative: da un lato c'è Android, che sempre più spesso viene montato su dispositivi di grosse dimensioni, dall'altro c'è il sistema operativo Google Chrome ed i vari Chromebook - ed entrambi hanno il vantaggio di costare poco ai produttori.

L'iPad è sempre stato visto come il dispositivo che avrebbe distrutto i PC, creando l'era "post-PC". La verità, forse, è che il più grosso distruttore del mercato PC potrebbe essere il Surface, che spingerà sempre di più i produttori nelle mani di Google. Il passaggio è già iniziato ed il fatto che Samsung, l'azienda che negli ultimi due anni è riuscita a creare enormi problemi ad Apple, non abbia ancora presentato i nuovi ATIV Tab con Windows - presentando però una vasta gamma di nuovi dispositivi Android - deve far riflettere, Microsoft in primis.

Articolo di Tablet PC Italia - Non vantarti del lavoro altrui, cita sempre la fonte della notizia.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.