il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

sabato 18 agosto 2012

Microsoft Windows RT: ecco i dettagli dei nuovi Tablet PC ARM

Microsoft presenta nel dettagli il lavoro suo e dei produttori di PC per portare sul mercato i nuovi Tablet PC con Windows RT.

Il primo agosto lo sviluppo di Windows 8 è cessato e insieme alla versione RTM di Windows 8, recentemente resa disponibile a tutti nell'edizione Enterprise Valutazione, è stata creata la versione RTM di Windows RT, edizione per processori ARM di Windows 8.
Le due RTM sono state fornite ai vari produttori, che in questi giorni hanno iniziato ad ottimizzare e finalizzare i dispositivi che verranno lanciati il 26 ottobre con il nuovo sistema operativo.

I nuovi Tablet PC dotati di processore ARM non avranno però bisogno di particolari ottimizzazioni in quanto per poter ospitare Windows RT - che ricordiamo non sarà messo in vendita ma sarà disponibile solo pre-installato sui PC, esattamente come fu per Windows XP Tablet PC Edition - i nuovi dispositivi dovranno sottostare a regole estremamente rigide: come succede per i telefoni Windows Phone, i produttori potranno creare i loro dispositivi ma solo utilizzando hardware particolare che garantisca prestazioni particolari. In questa nuova discesa in campo, quindi, Microsoft ha deciso di sacrificare la libertà dei produttori in favore dell'esperienza utente - vedendo cosa hanno fatto i produttori negli ultimi dieci anni, forse la scelta è stata corretta.

Windows RT non è Windows 8, ma con esso condivide parti importanti di codice. Anche se l'interfaccia utente di Windows RT sarà, di fatto, identica a quella di Windows 8, tra i due sistemi restano profonde differenze: dal punto di vista dell'usabilità fondamentale è il mancato supporto, in Windows RT, delle applicazioni "desktop" - Office a parte, funzioneranno solo le nuove applicazioni acquistabili tramite Windows Store - ma l'utilizzo dell'architettura ARM comporterà enormi differenze anche nell'aspetto fisico e nelle caratteristiche dei nuovi Tablet PC che verranno venduti, a partire dal 26 ottobre, da Microsoft (Surface RT), Asus (Tablet 600), Lenovo, Samsung e Dell.



L'utilizzo di processori ARM permetterà, in primo luogo, di costruire Tablet PC più economici e dotati di maggiori autonomie: secondo quanto evidenziato da Microsoft i cinque modelli, attualmente in fase di sviluppo, hanno autonomie che vanno dalle 8 alle 13 ore di riproduzione video in alta definizione con schermo alla luminosità di 200 NITs. Si tratta di cifre impressionanti ed estremamente lontane anche da quelle ottenibili con i processori Intel Atom, in particolare se si considera che le batterie dei modelli citati hanno capacità che varia dai 25 ai 42 Wh.

L'utilizzo di processori ARM permetterà anche una minor dimensione del dispositivo, che non necessita di sistema di raffreddamento attivo e sarà quindi perfettamente silenzioso. I cinque prototipi hanno peso compreso tra i 520 ed i 1200 grammi, schermi di dimensione variabile tra i 10,1 e gli 11,6 pollici (tutti rigorosamente in 16:9) e spessore variabile tra gli 8,35 ed i 15,6 millimetri - eventuale tastiera agganciabile esclusa. Le dimensioni ridotte non influenzeranno però la connettività: tutti i Tablet PC con Windows RT saranno dotati di almeno una porta USB 2.0, HDMI e connettività WiFi e Bluetooth e supporteranno le periferiche supportate da Windows 8.

Da Microsoft (Windows Blog).

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.