il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

lunedì 10 ottobre 2011

L'iPad perfetto è quello con Windows, ma i produttori di Tablet PC sembrano ignorarlo

Un recente studio evidenzia per la seconda volta in pochi mesi l'enorme interesse del pubblico verso i Tablet PC con Windows, che vengono preferiti ai dispositivi Android.

Meno di un mese e mezzo fa, il 29 agosto, avveniva la pubblicazione di una ricerca Forrester che, cercando di capire le possibilità di un eventuale Tablet Computer prodotto da Amazon sfruttando il sistema operativo Android, evidenziava che "solo il 9% delle persone che stanno considerando l'acquisto di un tablet preferiscono al momento un dispositivo Android mentre, per comparazione, un 16% preferisce iOS ed il 46% preferisce Windows".

Pochi giorni fa risultati simili sono stati riottenuti da The Boston Consulting Group: alla domanda "Quale sistema operativo preferisci avere sul tuo tablet?", posta ad utenti cinesi ed americani, il sistema operativo Android ha ottenuto il 18% delle preferenze in Cina ed il 20% negli USA mentre il sistema operativo Apple iOS è stato preferito dal 34% dei cinesi e dal 27% degli americani. Per quanto riguarda le preferenze legate al sistema operativo Microsoft Windows si parla invece del 44 percento dei cinesi e del 42 percento degli americani.


I risultati possono sembrare sorprendenti: con quasi un milione di dispositivi Android attivati ogni singolo giorno e decine di milioni di Apple iPad e iPad 2 in giro per il globo, osservare dati che evidenziano come il sistema operativo desiderato dal quaranta percento delle persone sia Windows può lasciare sconcertati.
Senza alcun dubbio, lascia sconcertati i produttori di Tablet PC che, negli ultimi dieci anni non hanno brillato nel fornire dispositivi economici e pensati per le masse e che negli ultimi dodici mesi si sono impegnati più che altro a nascondere i pochi dispositivi validi prodotti (vedi il quasi introvabile HP 2760p; il non più prodotto HP tm2 o il Dell Latitude XT3, acquistabile solo online e non segnalato sul sito aziendale, ma gli esempi sono molto più numerosi).

Certo è che bisognerebbe sapere come le ricerche sono state condotte, con che metodologie e soprattutto utilizzando quale campione: le ricerche ufficiali, infatti, spesso non brillano per scientificità ed imparzialità (basta vedere le ricerche di mercato che bloccano l'arrivo di Starbucks, Pizza Hut o Kentucky Fried Chicken in Italia). È altresì certo, però, che, davanti a sistemi operativi di derivazione mobile castati o limitati nelle funzionalità ed un sistema operativo completo e conosciuto, la gente, soprattutto quella intenzionata a spendere centinaia di euro per dispositivi capaci di fare, ha poca scelta: Windows resta l'unica soluzione possibile per chi vuole la certezza di poter creare, visualizzare e modificare ogni cosa.

Windows 8 è un sistema operativo desiderato da molti. Quello che però è essenziale per mantenere la domanda è, prima ancora del sistema operativo, il contributo dei produttori di Tablet PC. Negli ultimi due anni si è assistito ad un crollo della qualità dei Tablet PC professionali e non (schermi 16:9 spesso a bassa risoluzione, peso aumentato, prezzi ingiustificati o assolutamente casuali, mancanza di funzionalità base come l'alloggiamento per la penna, personalizzazione software di qualità infima) e se i produttori non riprenderanno in mano l'esperienza maturata con i modelli creati tra il 2002 ed il 2007, aggiornando questi prodotti spesso indimenticati con le nuove tecnologie ed i nuovi standard di leggerezza, spessore e durata di batterie, i Tablet PC non potranno mai avere successo.



La domanda di tablet con Windows c'è. Quello che serve sono i modelli storici come l'Acer Travelmate C110, il Fujitsu Stylistic ST5000 o l'HP Compaq tc1100, ma resi più sottili e migliorati con processore Intel Core i5, sei ore di autonomia, digitalizzatore Wacom ed un prezzo di partenza sensibilmente inferiore ai mille euro. La domanda di tablet con Windows c'è, ma se i produttori non sono in grado di costruire dispositivi migliori di quelli che loro stessi producevano otto anni fa, questa domanda non durerà a lungo.

Dati tratti dagli articoli segnalati di All Things D.

9 commenti:

  1. ma non c'è nessun pazzo nella rete che è riuscito a prendere un ipad e metterci un dual boot con windows 7/8?!

    RispondiElimina
  2. Sul serio Custode: quando finirai con questa partigianeria pro Windows? Windows non è migliore, è semplicemente l'UNICO sistema operativo disponibile per tablet pc e tra l'altro è fatto male perché non sviluppato nello specifico per TPC ma solo adattato. Tu stesso hai lamentato il fatto che sul Q550, una volta installati sistema operativo e Office non si ha più spazio libero a disposizione. Non è una cosa normale nel 2011.

    RispondiElimina
  3. La mia non è partigianeria. Non ti immagini nemmeno quanto avrei amato un MacBook convertibile, dotato di un sistema operativo vero e di una penna Wacom. Io non amo Windows in quanto Windows, ma per quello che mi offre confrontato agli altri, anche se me lo offre male. Insomma, preferisco un oste che mi serve sputando nel piatto piuttosto che uno che mi bastona e mi caccia facendomi morire di fame fuori dall'osteria.

    Windows è il migliore e questo è innegabile. Ma allo stesso modo è innegabile che è il migliore semplicemente perchè è l'unico. E' migliorabile sotto milioni di aspetti e, da quanto vedo, Windows 8 sarà l'ennesimo insieme di occasioni perse misto a poche novità interessanti.

    Va però detto che, se i Tablet PC di oggi sono mediocri, è colpa molto di Microsoft (che ad esempio non ha mai creato un Office "tablet oriented") ma, molto, anche colpa dei produttori. Se sai che Windows + Office occupano 25 GB, offrire tablet con disco da 30 GB è, semplicemente, folle, considerando che, nel 2005, il disco base del mio tc1100 era da 40 GB. Se sai che il processore Atom è meno potente del Core i5, non monti sul Q550 lo stesso pacchetto dati che monti sul T901. Se sai che il tuo B121 ha solo tre ore di autonomia, non metti la batteria integrata.
    Microsoft gestisce i tablet in modo osceno, ma i produttori fanno di peggio. E ancora peggio fanno Apple e Google, castrando ottimi dispositivi per poter meglio gestire il redditizio mercato delle applicazioni.

    RispondiElimina
  4. almeno il B121 viene venduto con un pacchetto di EEEStorage illimitato (web storage) di un anno... ma sti d*****i un SSD di 128 GB non lo potevano mettere per qualche euro in più?

    RispondiElimina
  5. e' come per le automobili elettriche: pesanti, care (perche' ne vendono 3) e con la prostata...

    RispondiElimina
  6. Microsoft è anche in grave ritardo nel rilasciare win 8, se continua così sarà superato prima di uscire. Comunque anche io ho sognato un MacBook Air convertibile!!!!!

    RispondiElimina
  7. Io invece ipotizzo che windows 8 sarà tutt'altro che un insieme di occasioni perse.
    Dal poco che hanno mostrato, già ora è un sistema velocissimo, molto reattivo e pare proprio l'anello di congiunzione tra i pc desktop ed i tablet. Sembra che finalmente Microsoft si sia messa davvero d'impegno per fare un OS a misura di tablet.
    Non dimentichiamoci poi, che oltre all'OS vero e proprio, al lancio di windows 8 sarà disponibile tutta l'infrastruttura di supporto (marketplace per applicazioni, live per i giochi ecc ecc).

    RispondiElimina
  8. ahahahahahah!!!!
    mai riso tanto...
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  9. ....io e' un anno che aspetto....e mi sono stancato del mercato. Tabletpcwindowso dal prezzo stratosferico o dotati di motore di una ferrari montato sulla carrozzeria di una cinquecento (e viceversa)......batterie non all' altezza delle esigenze del processore come l' asus, processori non all' altezza dell' hardware come il q550....

    il motivo per prendere untablet windows: usare onenote con la scrittura digitale......se alla fine non lo si può fare perche' l' hplslate lo vendono solo negli usa, operche' il q550 lo regge appena office, o perche' uno può avere un bellissimo slate ma non farci le stesse cose che si fanno con ipad e android perche' mancanole app per usare il tablet nelle situazioni in cui si sta in piedi (chi si mette a compilare programmare in c o programmare macro mentre sta lavorando in piedi? la gente vuole app di produttività personale come quelle che pullulano in itunes o in android markt)tanto vale prendere un htc flyer o un galaxy note........se puoi tanto in ogni caso quello che scrivo lo devo salvare come immagine non mi cambia niente e almeno prendo un prodotto con una autonomia di unagiornata e che mi sta in tasca...........

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.