il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

mercoledì 14 settembre 2011

Fujitsu Stylistic Q550: prime impressioni ragionate - LIFEBOOK4Life 2011

Dopo alcuni giorni di utilizzo estremamente intenso, ecco le prime impressioni "ragionate" sul mio nuovo Fujitsu Stylistic Q550 che ho ricevuto all'interno del progetto LIFEBOOK4Life.

COSE CHE AMO

La silenzionsità. Essendo senza ventole e con disco SSD, il Q550 è quasi totalmente silenzioso: solo in ambienti totalmente silenziosi è possibile udire un leggerissimo rumore di fondo (è pur sempre un dispositivo elettrico). Mi è capitato alcune volte di lasciarlo acceso inavvertitamente sulla scrivania e di non notare la cosa se non dopo molte ore.

La leggerezza. Pesante meno di 900 grammi con la batteria a lunga durata, il Q550 saltella tra le mani in modo meraviglioso.

Lo spessore. Il Q550 è piacevolmente sottile, forse anche troppo in quanto con questo spessore non è stato possibile inserire porte LAN o VGA, che occasionalmente fanno comodo.

L'autonomia. Forse non raggiunge le dieci ore, ma usandolo per leggere e scribacchiare in OneNote direi che si possono raggiungere senza problemi le sette ore reali.

Lo schermo. Nonostante il formato (vedi dopo) il Q550 ha uno schermo decisamente strepitoso. La visibilità è ottima anche da angolazioni estreme, la luminosità quasi eccessiva (in interni non uso più del 20% di luminosità altrimenti trovo lo schermo fastidioso; in esterni non serve quasi mai la luminosità al 100%)

COSE CHE ODIO

Le antenne. Il segnale della scheda WiFi, così come quello della scheda UMTS, è decisamente inferiore a quello dei dispositivi che si ritrova intorno. In molte stanze di casa mia il segnale WiFi non prende (con tutti gli altri tablet non ho problemi) così come in alcune stanze non prende la connessione UMTS (che viene rilevata senza problemi da altri Tablet PC o dal Q550 stesso se uso una Internet Key USB).

Il disco troppo piccolo. Trenta GB sono decisamente troppo pochi per le mie esigenze e settimana prossima sostituirò il disco con un modulo SSD da 128 GB.

Le prestazioni grafiche. Se il processore Atom garantisce prestazioni decenti e autonomie sorprendenti, la parte grafica è decisamente mediocre e spesso pessima: il mio UMPC Samsung Q1 Originale se la cava decisamente meglio, pur essendo una macchina del 2006 con processore Celeron a 900 MHz.

La mancanza dell'alloggiamento per la penna. Questa cosa la odio per due ragioni: la prima perché non avere la penna dentro al Tablet PC è estremamente scomodo in mobilità in quanto non si sa mai bene dove metterla; la seconda perché un alloggiamento sarebbe stato creabile senza alcun tipo di problema visto che il Q550 è molto più spesso della penna e che questa ha un diametro di soli sei millimetri.

Il digitalizzatore N-Trig. In questo caso la situazione è strana, in quanto sto sperimentando l'esatto opposto di quanto non abbia sperimentato con il Lifebook T580: l'esperienza di tocco è molto buona, mentre l'esperienza con la penna decisamente problematica (questa cosa la evidenzierò in un articolo dedicato e dettagliato che sto scrivendo). Il digitalizzatore Wacom resta a mio parere decisamente superiore.

Il formato dello schermo. Con una diagonale così ridotta l'utilizzo del 16:10 provoca qualche difficoltà d'uso con l'orientamento verticale. Uno schermo in formato 4:3 con risoluzione 1280x1024 renderebbe il Q550 il Tablet PC dallo schermo perfetto.

1 commento:

  1. Ho usato il q550 per un giorno e ho sperimentato una estrema lentezza nella configurazione standard (quella venduta). La cpu raggiungeva il 100% anche solo scrivendo con Journal con tutte le altre applicazione chiuse. Magari si puo' configurare meglio, ma la configurazione adottata e' stata quella ottenuta dopo la configurazione automatica. Mi chiedo se migliori prestazioni sono possibili perche' non viene venduto con una configurazione o versione del OS che rende il q550 utilizzabile?

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.