il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

lunedì 8 agosto 2011

Fujitsu Lifebook T901: recensione breve (prime impressioni)

Dopo una settimana di utilizzo intenso, ecco una breve recensione con le prime impressioni sul Fujitsu Lifebook T901 che sto testando.

Il Lifebook T901 è senza alcun dubbio un Tablet PC eccellente e, dopo sette giorni di utilizzo intenso, lo definirei come l'unione del (quasi) miglior hardware disponibile sul mercato con la peggior personalizzazione software che io abbia mai visto.

ESTETICA

A livello di estetica e materiali il T901 è molto simile al T900 ma, rispetto al modello precedente, si tratta di un Tablet PC completamente ridisegnato nella scocca e nell'interno. Tra le differenze principali nell'estetica esterna sono da segnalare lo schermo completamente ridisegnato, con la cornice che integra gli altoparlanti e che, finalmente, è (quasi) a filo con lo schermo. Sono presenti modifiche importanti anche alla zona della tastiera che presenta, a lato del touchpad, un minitouchpad circolare con funzione di scorrimento verticale delle pagine, funzionalità replicata rispetto a quanto già presente sullo schermo con l'apposita barra di scorrimento ma decisamente comoda in uso "non tablet".
Il poggiapolsi è ora rifinito con una trama a scacchiera, che si rende estremamente comoda e piacevole d'estate con le mani sudate, mentre a lato dello snodo sono presenti due LED a foma di freccia che avvisano l'utente del movimento necessario per riportare il Tablet PC convertito in "modalità notebook".

PRESTAZIONI

A livello di componentistica interna, le differenze rispetto al Lifebook T900 sono enormi: la principale risiede nella presenza dei nuovi processori Intel Core i5 di seconda generazione (la versione testata, con codice T9010M0003IT, ha processore Core i5-2410M) con architettura Sandy Bridge dotati della nuova grafica integrata Intel HD3000 che si dimostra molto più performante rispetto a quella presente nei Core i5 di prima generazione e che consente di giocare molto bene anche a titoli complessi (per chiarirci, regge bene Crysis, anche se ovviamente non ad impostazioni massime; riparlerò della potenza videoludica in un articolo a parte). Altra novità rispetto al vecchio Lifebook T900 è la presenza di una porta USB 3.0. Manca la scheda video dedicata, presente invece su alcuni modelli americani; a prima vista sembra che non sia possibile per l'utente installarla da sè.

Il Lifebook T901 che sto testando è modificato: il disco da 500 GB (7200 gpm) che contraddistingue la configurazione T9010M0003IT è stato infatti sostituito con un disco SSD Toshiba da 128 GB (modello THNSNC128GBSJ ) che dona una maggior reattività al sistema ma che non risulta capace di donare la sensazione di velocità estrema che avevo sperimentato testando l'HP EliteBook 2740p. La velocità "ridotta" è confermata anche dal punteggio Windows Experience Index, che classifica il disco Toshiba del T901 con punteggio 6,9: si tratta di un punteggio decisamente superiore a quello del classico disco da 7200 giri (il disco del T730 che avevo recensito, ad esempio, ha punteggio WEI 5,9) ma anche sensibilmente inferiore al disco SSD di Intel che è ospitato nell'HP 2740p e che è dotato di punteggio 7,6.
Se quindi il T901 si accende in soli 45 secondi (un guadagno enorme rispetto al T730 che, con disco normale, ne impiegava 120) di cui venti presi dal solo BIOS di Fujitsu, si resta ancora lontani dalle tempistiche del modello HP dotato di SSD Intel che in venti secondi era acceso ed operativo. La velocità del disco si può classificare come l'unica grossa delusione a livello hardware che ho sperimentato in questa prima settimana: il sistema è veloce ma, accensione e prestazioni videoludiche a parte, non sembra molto più veloce di un Lifebook T730.

SCHERMO, DIGITALIZZATORE E PENNA

Lo schermo è decisamente ottimo: la visibilità è perfetta anche da angoli estremi e la luminosità sufficiente per un utilizzo in esterni, anche se non in sole diretto. Basta però trovarsi uno spazio leggermente ombroso per avere uno schermo perfettamente visibile anche in una giornata di pieno sole.
Le dimensioni superiori alla media dei Tablet PC convertibili (la diagonale è di 13,3 pollici) sono molto piacevoli e, soprattutto in scrittura, l'utente ha a disposizione tutto lo spazio che gli serve. Le dimensioni superiori possono però comportare qualche problema con il tocco, in quanto su uno schermo così vasto mi capita spesso di appoggiare parti del braccio sulla parte inferiore dello schermo mentre utilizzo la parte superiore dello stesso, creando spostamenti del cursore e clic involontari.
Unica nota negativa sullo schermo è, a mio parere, la risoluzione di soli 1280x800 pixel. Trattandosi di uno schermo da 13,3 pollici sarebbe stato giusto aumentare la risoluzione rispetto alle soluzioni da 12,1 pollici ed una risoluzione 1440x900, come quella presente nel nuovo MacBook Air da 13 pollici, sarebbe stata molto gradita, in particolare per via dell'aumentato spazio di lavoro che offre con lo schermo verticale.

Il digitalizzatore Wacom funziona, come sempre, in modo perfetto (tranne sul mezzo centimetro vicino al bordo, come purtroppo è normale per questa tecnologia, dove viene persa precisione) mentre il digitalizzatore capacitivo, pur non riuscendo ad offrire la piacevolezza d'uso "in stile iPad" (come, del resto, nessun Tablet PC che io abbia mai utilizzato) si usa molto bene.
Il digitalizzatore capacitivo supporta fino a due dita contemporaneamente ma è anche abilitato a riconoscere gestures con un massimo di cinque dita; purtroppo manca totalmente la documentazione a riguardo e al momento, per tentativi ed errori, sono riuscito a capire il funzionamento esatto di solo una delle gestures disponibili, quella a quattro dita che abilita lo scorrimento finestre 3D.

La penna è la normale penna Lifebook, dotata di due pulsanti laterali programmabili e gomma posteriore: nonostante l'aspetto plasticoso si tratta di una delle migliori penne Wacom disponibili sul mercato.

CONNETTIVITÀ E GPS

La connettività del T901 è estrema, sia dal punto di vista cablato che senza fili. Il Lifebook T901 ha tutte le porte necessarie ad un utente professionale e, grazie ai moduli GOBI 3000, si può connettere in ogni situazione. La velocità di connessione a reti 802.11 o 3G/UMTS mi ha piacevolmente impressionato, in quanto immeditata.

Il modulo GPS integrato nel modulo GOBI 3000 soffre invece delle stesse problematiche presenti sul Fujitsu Lifebook T730, problematiche dovute alla posizione dell'antenna: a schermo aperto e "configurazione notebook" il T901 acquisisce e mantiene il segnale in modo estremamente rapido e soprattutto solido (cosa mai sperimentata prima, il segnale viene preso senza troppi problemi anche in interni a diversi metri dalle finestre), mentre se si converte il tablet il segnale diminuisce in modo estremo fino anche a perdersi.

AUTONOMIA

L'autonomia del Lifebook T901 è assolutamente impressionante. Grazie alla batteria da 6200 mAh (P/N CP422595-01) il Tablet PC può essere utilizzato con WiFi acceso e luminosità dello schermo al massimo per cinque ore continuate di navigazione internet e lavoro Office (profilo "Bilanciato" di Windows 7).

Resta, purtroppo, l'odiosa e stupida limitazione sulla batteria che già avevo visto con il Lifebook T730: il Tablet PC si sospende automaticamente quando manca ancora più del dieci percento di carica, che equivale a quasi mezz'ora di lavoro con impostazioni di risparmio energia: si tratta dell'obbligo più odioso che io abbia mai dovuto subire nell'utilizzare un PC e, da utente mobile, il non poter scegliere come gestire l'autonomia del Tablet PC è una cosa che mi irrita all'estremo.

PESO E SPESSORE

Il Lifebook T901 non è né leggero né sottile. Se lo spessore non sembra particolarmente elevato, anche perché con lo schermo così vasto il polso sta sempre solidamente appoggiato al pannello, il peso (2100 grammi) si fa invece sentire, in particolare quando si usa il Tablet PC in piedi con scarso appoggio: utilizzando il T901 in metropolitana ho più di una volta percepito il T901 come pesante.

RUMORE E SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO

Il Lifebook T901 è abbastanza silenzioso: per la maggior parte del tempo la ventola funziona ad un numero di giri decisamente ridotto ed è assolutamente silenziosa ma occasionalmente la velocità aumenta ed il rumore può essere percepito, anche se per tempi molto brevi.
Se si mette sotto sforzo il Tablet PC, ad esempio utilizzando videogiochi, la ventola inizierà a sentirsi in modo maggiore ma mai in modo troppo fastidioso.

Il sistema di raffreddamento è ottimo e decisamente superiore alla media; in generale, molto simile a quello di tutti i Fujitsu Lifebook anche se, dopo lunghi periodi d'uso intenso, è possibile avvertire un leggero riscaldamento della parte sinistra della tastiera, ovvero sopra il processore.
Come su tutti i Fujitsu Lifebook, la ventola è facilmente accessibile per la manutenzione e la pulizia.

LA TASTIERA

La tastiera è, purtroppo, prodotta con la stessa tecnologia di quella del T730 e del NH570: la vernice bianca con la quale sono stati stampati i caratteri sui tasti è leggermente porosa ed assorbe lo sporco delle dita: con l'uso le lettere più utilizzate diventano, da bianche, sempre più grigie con un effetto estetico decisamente sgradevole già dopo una settimana di utilizzo.

LA PERSONALIZZAZIONE SOFTWARE

Se l'hardware del Fujitsu Lifebook T901 è di primissimo livello lo stesso non si può dire degli applicativi che Fujitsu fornisce con il suo prodotto.
Gli applicativi sono estremamente poco intuitivi da utilizzare, spesso solo in lingua inglese, privi di manualistica o di indicazioni sul loro scopo e sulle loro funzionalità.
Questo pacchetto di applicativi offre in genere una esperienza utente così misera da risultare incredibile che sia montata su una macchina dotata di caratteristiche tecniche così avanzate, caratteristiche che però, proprio per via della mancanza di informazioni e della scarsa qualità delle applicazioni, spesso non vengono sfruttate.
Due esempi su tutti: i gesti multitocco a più di due dita ed il programma di gestione della scheda GOBI 3000. Lo schermo del Lifebook T901 consente all'utente di utilizzare fino a cinque dita contemporaneamente per attivare alcune funzionalità. Le funzionalità sono simili a quelle offerte da N-Trig sui Tablet PC Lifebook T580 e Stylistic Q550 mediante il pacchetto N-Act. Bene, se il pacchetto N-Act è liberamente scaricabile e dotato di una guida decisamente chiara (anche se in inglese), per le funzionalità del digitalizzatore Wacom manca qualsiasi tipo di informazione. Citate nella scheda tecnica ma in nessun altro posto, nemmeno sul Tablet PC o in qualche manuale, queste funzionalità devono essere scoperte per tentativi ed errori da parte dell'utente (ad esempio io dopo una settimana sono riuscito a capire bene il funzionamento di solo uno di questi gesti, ma non so quanti altri ce ne siano, e non so se quello che ho scoperto è dotato di funzionalità aggiuntive oltre a quelle scoperte).
Il programma di gestione del modulo UMTS/GPS è, invece, ridicolmente piccolo, (un quadrato di soli 250x250 pixel nella sua versione estesa!) pieno di minuscole scritte e minuscoli pulsanti. Una cosa veramente inappropriata in particolar modo per un dispositivo come il T901, dotato di schermo sensibile al tocco delle dita, ma soprattutto se confrontato con l'applicativo che è disponibile per i Tablet PC con GOBI 2000 che risulta essere molto più grosso e facilmente utilizzabile.

Confrontato con soluzioni di alti produttori come Panasonic ma soprattutto HP, il parco di applicativi presenti sul Lifebook T901 (parco che purtroppo riprende molti applicativi presenti sul T730 e sul T580) è, insomma, di qualità veramente bassa e non riesce a fornire valora aggiunto al prodotto, togliendo anzi in alcune occasioni facilità d'uso o spingendo l'utente a rinunciare all'utilizzo di alcune funzionalità.



PRIME CONCLUSIONI DOPO UNA SETTIMANA

Dopo una settimana di utilizzo intenso, il Lifebook T901 si dimostra una macchina decisamente ottima e superiore alla media, come del resto la quasi totalità dei prodotti Fujitsu.
La base hardware è eccellente anche se a tratti migliorabile, ad esempio con le schede video dedicate che vengono vendute nei modelli americani o con uno schermo di risoluzione maggiore. In generale, il T901 è una macchina di una potenza e completezza straordinaria.
Quello che lascia molto a desiderare è il parco software, estremamente scadente per qualità e facilità d'uso: anziché supportare il sistema operativo, questo gruppo di applicativi riesce spesso a peggiorare l'esperienza utente o a limitare le potenzialità del Tablet PC. I progettisti Fujitsu dovrebbero osservare ed utilizzare un po' di prodotti della concorrenza e riprogettare completamente l'aspetto software di questo dispositivo che, dopo questa settimana intensa, riesce a confermarmi di essere un dispositivo superiore alla media non solo in dimensioni.


4 commenti:

  1. ciao Custode,
    grazie per la recensione^^
    anche io sono con il mio nuovo T901
    e sto' mettendo i miei programmi abituali....
    il mio T901 alla fine è arrivato con i5 2520M
    8GB ram
    HD 500 GB meccanico
    Win7 64 bit
    l'i7 che avevo richiesto "si è perso in Germania"...)
    per il tempo di accensione su HD 500 meccanico se puo' interessare è di un minuto esatto provato adesso cronografato
    ed ho qualche secondo perso per lo Startup Recovery Manager di AcronisTI 2011

    per i software Fujitsu boh! effettivamente li ho appena appena guardati ma mi sembrano complicati e non ho capito a cosa servono poi sono in eng!!!
    cmq vedremo in seguito....

    per la durata con la 2a datteria baia inserita e illuminazione schermo 9 tacche mi da 9/10 ore di autonomia(carica 100%)
    tutto attivato Wireless Bluetooth UMTS

    come indice delle prestazioni ho:
    Processore 7,1
    RAM 7,5
    Scheda video 5,9
    Grafica dei giochi 6,2
    Disco rigido 5,9
    ciao
    marco-S-esse

    RispondiElimina
  2. io con il tm2 sono riuscito a cambiare la percentuale dopo quale ibernare direttamente da windows. con il t901 non si può fare?

    RispondiElimina
  3. Grazis per l'accurrata recensione. Da quanto dici sembra che l'HP 2760p sia migliore sia sotto l'aspetto hw sia soprattutto sotto quello sw. Deduco bene?

    RispondiElimina
  4. Chiariamo una cosa: QUESTA NON E' LA RECENSIONE, MA SOLO LE PRIME IMPRESSIONI DOPO UNA SETTIMANA. E' una cosa breve ed approssimativa, assolutamente non accurata. La recensione completa arriverà solo alla fine dei test.

    @Ventu: no, con il T901 (e per il T730 era lo stesso) non si può fare per un blocco a livello di BIOS che negli HP (ma anche in tutti gli altri tablet che ho usato) non c'è.

    @Faso: dal punto di vista software il 2760p è sicuramente meglio. Da quello hardware non direi: non ha l'HDMI nè l'USB 3.0; non ha lettore ottico... ci sono pregi e vantaggi in entrambi.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.