il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

giovedì 14 luglio 2011

Fujitsu Lifebook T580: recensione completa

Potente e completo, il nuovo Lifebook T580 rappresenta una via di mezzo tra il T730 ed il P1630 mettendosi però in evidenza come un prodotto decisamente non privo di difetti, in particolare legati allo schermo.


Il Fujitsu Lifebook T580 è una novità sotto molti punti di vista: è il primo Tablet PC convertibile di Fujitsu con schermo da dieci pollici, è il primo Lifebook serie T con schermo in formato 16:9 ed è il primo Tablet PC di Fujitsu con digitalizzatore N-Trig. Queste tre novità sono, senza ombra di dubbio, le principali problematicità del prodotto, che si allontana in modo enorme dalla qualità degli altri Lifebook serie T.


SPECIFICHE DEL MODELLO TESTATO

- Processore Intel Core i5-560UM (1,33 GHz; frequenza massima con Turbo Boost 2,13 GHz)
- 4 GB di memoria RAM DDR3, 800 MHz, PC3-6400 (massimo 8 GB su due alloggiamenti)
- Disco rigido da 500 GB a 7200 gpm
- Schermo TFT da 10,1 pollici retroilluminato a LED con risoluzione 1366x768 pixel), formato 16:9, lucido
- Doppio digitalizzatore (digitalizzatore attivo/capacitivo N-Trig DuoSense con multitocco a quattro dita)
- Scheda grafica integrata nel pacchetto processore
- Connettività senza fili Intel 6200 (802.11a/b/g/n) e Bluetooth 2.1
- Connettività GOBI 2000 (EV-DO/HSDPA/HSUPA/GSM/GPRS/EDGE multifrequenza)
- Connettività cablata RJ45 (Gigabit LAN); 2xUSB 2.0; VGA; HDMI; entrata ed uscita audio;
- Lettore di schede SIM (solo per connettività 3G/UMTS) ; lettore di schede SD e lettore di schede SmartCard.
- Tastiera resistente ai liquidi e touchpad con due pulsanti
- Altoparlante singolo e microfono integrati
- Batteria da sei celle 5800 mAh, 63 Wh
- Sistema operativo Mictosoft Windows 7 Professional (64bit)

- Dimensioni: 270 x 189 x 40 mm
- Peso: 1400 grammi con batteria

Il prezzo del modello recensito è di circa 1200 euro IVA inclusa. L'unità recensita è una "C unit", ovvero una versione pre-produzione per fini di valutazione, che non differisce dalle versioni definitive se non per il BIOS.

STRUTTURA ED ESTETICA

Il Fujitsu Lifebook T580 è un Tablet PC convertibile piccolo e compatto ma, nonostante tutto, di dimensioni decisamente generose. Comparato con altri PC dotati della stesse diagonali di schermo il T580 risulta essere decisamente spesso, arrivando a raggiungere lo spessore di quattro centimetri del T730 nonostante non sia dotato di lettore ottico integrato.


L'estetica complessiva è la medesima di tutti i Tablet PC convertibili di Fujisu: una estetica professionale, curata ma spartana, dominata da colori chiari e scuri e da plastiche di alta qualità.
Come per tutti i Fujitsu, la resistenza strutturale è ottima e ottima è la qualità generale: l'assemblaggio è come sempre perfetto. Come per tutti i Fujitsu, anche questo Tablet PC è prodotto direttamente dalla casa e non da produttori cinesi; nel caso specifico il T580 è assemblato negli stabilimenti giapponesi di Fujitsu.

Molto singolare è lo snodo che permette la conversione, che si trova ad essere abbastanza particolare rispetto ai normali snodi per Tablet PC. La parte posteriore del T580 è rialzata rispetto alla tastiera e in questo rialzo è alloggiato lo snodo, composto di una parte rotante che permette l'apertura/chiusura dello schermo e di un secondo snodo di diametro estremamente ridotto che permette la rotazione dello schermo di 360 gradi.


Lo snodo in sé non è particolarmente buono in quanto non permette la conversione del tablet a meno che lo schermo non sia perfettamente perpendicolare alla tastiera, cosa abbastanza scomoda. La possibilità di toccare la tastiera con lo schermo durante la rotazione è così alta che anche le fotografie ufficiali del T580 disponibili sul sito Fujitsu mostrano il T580 con la tastiera leggermente segnata dalle innumerevoli conversioni non perfettamente riuscite.


Il rialzamento posteriore ha inoltre funzione di bloccare lo schermo, che non dispone dei classici blocchi a "L" tipici dei Lifebook serie T o di qualsiasi tipo di blocco.

DIMENSIONI E PESO

Il Fujitsu T580 è un Tablet PC compatto, grazie all'utilizzo di uno schermo da 10,1 pollici in formato 16:9. La superficie occupata è decisamente ridotta ma ridotto non è lo spessore, che sfiora i quattro centimetri: una vera enormità, considerando la mancanza di lettore ottico integrato.


Il peso è abbastanza ridotto, arrivando a 1400 grammi: fa però impressione notare come il T580 abbia di fatto lo stesso spessore e peso del Panasonic Toughbook CF-C1 pur non essendo un Tablet PC corazzato e pur avendo diagonale di schermo decisamente inferiore: Fujitsu non sembra essersi impegnata in modo particolare per ridurre le dimensioni ed il peso del suo convertibile più piccolo.

PRESTAZIONI

Il Fujitsu Lifebook T580 non dispone dei processori a pieno voltaggio presenti sui Lifebook serie T di dimensioni normali: per il piccolino della famiglia T Fujitsu ha preferito adottare un processore a basso voltaggio. Il Core i5-560UM da 1,33 GHz, che rappresenta una sorta di versione potenziata del Core i3 presente sull'HP Touchsmart tm2-2101sl, è però tutt'altro che lento, offrendo un punteggio Windows Experience Index di 5,9.


Non è il 6,8 del Core i5-540M presente sul Lifebook T730 ma è più che sufficiente per ogni tipo di esigenza: tutti i programmi si aprono in modo scattante e non c'è alcun tipo di problema o rallentamento nell'utilizzo di programmi grafici o giochi a risoluzione normale; in generale non si nota nessuna differenza in potenza rispetto ai Lifebook più potenti. Per un confronto tra punteggi WEI rimando alla tabella dedicata.

Anche la parte grafica è decisamente buona, mostrando un Tablet PC sufficientemente potente per ogni utilizzo a parte quello videoludico spinto.

CONNETTIVITÀ E GPS

Come per ogni Fujitsu Lifebook, anche per il T580 la connettività è uno dei punti di forza. Il T580 dispone di un buon numero di porte per la connettività cablata che si ritrovano ad essere molto ben disposte e sempre comodamente accessibili; con la scheda Gobi 2000 e la connettività 802.11 a doppia banda, questo piccolo Tablet PC si presenta inoltre come capace di connettersi sempre o ovunque senza fili. Da segnalare, inoltre, la presenza di un lettore di SmartCard.

Particolarmente buona è anche la connettività GPS mediante la scheda Gobi 2000. Se nel Lifebook T730 che avevo testato (vedi la recensione) il segnale GPS risultava debole con il Tablet PC convertito, nel caso del T580 il segnale è sempre forte in qualunque posizione e la localizzazione è sempre decisamente rapida. Considerando anche la presenza, come accessorio, di una stazione di ancoraggio da macchina, il T580 è perfetto per essere utilizzato come navigatore.

DISPOSITIVI DI INPUT: TASTIERA, TASTI FUNZIONE E TOUCHPAD

Viste le ridotte dimensioni dello schermo, anche la tastiera risulta particolarmente ridotta nelle dimensioni ma comunque perfettamente utilizzabile.
Quello che invece risulta essere un po' troppo piccolo è il touchpad, dotato di due pulsanti fisici, che non sempre garantisce una perfetta comodità d'uso, in particolare per via della barre di scorrimento verticale/laterale che riducono lo spazio utile al tocco.


Oltre alla tastiera ed al touchpad il Fujitsu Lifebook T580 dispone anche di tre tasti funzione posti sul rialzamento posteriore, che quindi restano perfettamente utilizzabili sia in modalità PC che in modalità tablet.

DISPOSITIVI DI INPUT: IL DIGITALIZZATORE N-TRIG

Il Fujitsu Lifebook T580 monta, primo tra i Tablet PC Fujitsu, il nuovo digitalizzatore DuoSense di N-Trig che viene montato anche su molti recenti Tablet PC come il Fujitsu Stylistic Q550, l'HP Slate 500 od il Motion CL900.
Il digitalizzatore è decisamente ottimo e pieno di interessanti funzionalità ma, per quanto ho potuto sperimentare durante il mese di test, anche pieno di problematiche che ne compromettono la validità in modo estremo.



Confrontato al digitalizzatore Wacom il nuovo digitalizzatore N-Trig offre funzionalità decisamente superiori. La penna risulta essere più precisa e calibrabile con meno difficoltà: il pannello digitalizzatore è montato sopra il pannello LCD e non sotto come nel caso di Wacom e questo permette che la posizione del cursore rispetto alla punta della penna venga meno influenzata dal punto di vista dell'utente (si riduce insomma il fenomeno di parallasse); le funzionalità multitocco, grazie al pacchetto di "gesti" denominato N-Act, escono dall'inutilità di fatto a cui ci hanno abituato Wacom e Microsoft acquisendo alcune funzionalità interessanti che possono semplificare e rendere più piacevole l'esperienza d'uso quotidiana. Anche il riconoscimento del polso, che avviene a livello software, è perfetto al pari di quello Wacom.


Per quanto ho potuto verificare nel mese di utilizzo del Fujitsu Lifebook T580 il nuovo digitalizzatore avrebbe tutte le carte in regola per essere strepitoso, se solo non fosse pieno di problematiche che, presentandosi in modo occasionale ma comunque decisamente frequente, rendono l'esperienza d'uso del dispositivo decisamente noiosa o, in alcune occasioni, compromettono completamente l'usabilità del dispositivo.

Le problematiche sono legate principalmente al digitalizzatore capacitivo che, in alcune occasioni apparentemente casuali, riconosce la presenza di falsi tocchi aprendo o chiudendo menù e finestre o spostando il cursore fuori dall'area di lavoro. Le problematiche, apparentemente non influenzate dallo sporco sullo schermo o da condizioni ambientali (le ho sperimentate in ambienti chiusi così come in esterni, in modalità "PC" così come con il T580 convertito), sono così gravi e frequenti che spesso per poter lavorare sono stato obbligato a disattivare il tocco, mantenendo attive solo le funzionalità di penna.

Le funzionalità di penna, ottime in quasi ogni occasione, sono invece contraddistinte, in alcuni particolari programmi come ArtRage Studio 3, dalla creazione di artefatti che impediscono il corretto uso del digitalizzatore e che compromettono in modo impietoso l'utilizzo artistico del dispositivo che monta questa tecnologia, che comunque resta più che valida per il semplice uso di puntamento e per prendere appunti in OneNote 2010 od altri programmi simili.

Nel filmato qui sotto, disponibile anche in alta risoluzione, potete osservare con i vostri occhi le problematiche descritte presenti su un Fujitsu Lifebook T580 con i driver aggiornati al 19 aprile 2011.



Come visionabile, questa tecnologia, pur avendo ottime potenzialità, compromette l'utilizzo del dispositivo in modo assolutamente inaccettabile, pur restando più che valida a livello di inchiostro digitale.

Non è dato sapere, al momento, quali siano le cause delle problematiche del digitalizzatore capacitivo: modelli che sfruttano le medesime tecnologie, primo tra tutti il nuovo Fujitsu Stylistic Q550, non sembrano infatti condividere le problematiche che ho evidenziato, problematiche che invece sono segnalate da altri possessori di dispositivi che condividono con il T580 la tecnologia N-Trig come possono essere il Dell Latitude XT/XT2 o l'HP Touchsmart serie tx2.
Per quanto riguarda le problematiche legate all'inchiostro digitale, queste sono invece quasi sicuramente risolvibili con aggiornamenti driver in quanto gli artefatti presenti in ArtRage Studio 3 non risultano presenti in altri programmi come Autodesk SketchBook Pro; sarà compito della azienda israeliana risolverle in tempi rapidi.

LA PENNA

La penna merita una sezione a parte, trattandosi di un dispositivo molto diverso rispetto alle normali penne a cui la giapponese Wacom ha abituato i possessori di Tablet PC negli ultimi dieci anni.

La penna risulta estremamente piacevole al tatto e all'impugnatura per via della struttura metallica e per via del diametro, leggermente superiore a quello della normale penna Wacom. Il diametro maggiore è dovuto alla presenza di una piccola batteria AAAA all'interno della penna stessa, necessaria per il funzionamento della penna. Secondo quanto detto da N-Trig la batteria all'interno della penna dovrebbe durare circa otto mesi; mancando però LED od altri indicatori non è possibile per l'utente conoscere la quantità di carica residua; se si necessita di una penna sempre funzionante sarà quindi necessario essere sempre provvisti di una batteria di riserva.


Rispetto alla penna Wacom presente con i Lifebook "maggiori" quali il T901 od il T730, la penna N-Trig presente nel T580 risulta essere particolarmente povera di funzionalità, essendo dotata di un solo pulsante laterale, preimpostato per funzionare come tasto destro ma comunque impostabile liberamente dall'utente. Il pulsante laterale, posto a filo con il corpo della penna, risulta essere di difficile utilizzo in quanto con il semplice tatto non è facile riuscire a localizzare la sua posizione: in molte occasioni è necessario fermarsi ad osservare la penna in modo da premere il pulsante.

Unico grande difetto della penna è la rumorosità: se utilizzando una normale penna Wacom non si sente alcun tipo di rumore durante la scrittura o la navigazione, l'utilizzo della penna N-Trig del Lifebook T580 risulta essere contraddistinto da un continuo ticchettio dovuto all'impatto della penna sullo schermo, rumore che risulta essere estremamente fastidioso in situazioni quali le riunioni. Il rumore potrebbe forse essere attenuato con una punta di materiale diverso: essendo questa, come nelle penne Wacom, rimovibile e sostituibile dall'utente in caso di necessità, si può sperare in una futura disponibilità di punte di materiale meno rumoroso.

LO SCHERMO

Considerando che si tratta di uno schermo per Tablet PC, lo schermo del Fujitsu Lifebook T580 risulta essere particolarmente lontano dalla perfezione.

Il formato 16:9, su questa diagonale, comporta una superficie di lavoro estremamente ridotta ma, soprattutto, una larghezza al limite per un utilizzo verticale: solo la risoluzione 1366x768 salva lo schermo, che altrimenti risulterebbe inutilizzabile con il Tablet PC convertito. Il formato 16:10 presente sul Fujitsu Stylistic Q550 sarebbe stata una scelta decisamente migliore anche se su queste diagonali, a mio parere, è d'obbligo il 4:3.


La mancanza di spazio in orientamento verticale è inoltre aumentata da alcuni applicativi Fujitsu quali la barra laterale di lancio programmi.

Gli angoli di visione sono abbastanza ridotti e l'incomprensibile scelta di una finitura non opaca, unita ad una luminosità normale, riduce enormemente l'utilizzabilità del T580 in ambienti esterni ed in interni molto illuminati; la mancanza di una cornice a filo con lo schermo comporta inoltre qualche difficoltà nell'utilizzo del Tablet PC con le dita in vicinanza del bordo.

In generale si può dire che lo schermo del Lifebook T580 è assolutamente inadeguato per il dispositivo: se il T580 fosse un normale netbook commerciale il formato 16:9, gli angoli di visione ridotti e la finitura lucida sarebbero disapprovabili ma forse comprensibili; trattandosi di un dispositivo Tablet PC destinato al mercato professionale la presenza di queste scelte di progettazione, scelte che riducono notevolmente la qualità dell'esperienza utente, lasciano sgomenti, soprattutto se si pensa che sono state fatte da una società che è presente nel mercato del Pen Computing da quasi vent'anni.

RUMOROSITÀ E TEMPERATURE

Come ogni Tablet PC Fujitsu, anche il Lifebook T580 è un prodotto straordinario dal punto di vista della silenziosità e della gestione termica: la ventola è quasi sempre inudibile ed il Tablet PC, al tatto, non risulta mai caldo, nemmeno nella parte inferiore.


Rispetto ai modelli maggiori manca il filtro antipolvere ma la ventola è comunque facilmente raggiungibile per la manutenzione ordinaria e la pulizia togliendo semplicemente una piccola placca plastica: la qualità del sistema di raffreddamento è quindi sempre garantita.

AUTONOMIA OPERATIVA

Nonostante la presenza di un processore a bassissimo voltaggio l'autonomia del Fujitsu Lifebook T580 non si discosta in modo particolare da quella del "fratello maggiore" T730, dotato di processori a voltaggio normale: in condizioni normali la batteria, di volume simile a quella dei modelli maggiori, riesce infatti a fornire circa quattro ore di autonomia.

Viste le dimensioni compatte e la mancanza di alloggiamento modulare, a differenza dei Lifebook maggiori manca inoltre la possibilità di utilizzare due batterie contemporaneamente.

Come nel caso del Lifebook T730, anche il Lifebook T580 limita il sistema operativo nella creazione di profili energetici che consumino la batteria in modo estremo: il limite per "batteria quasi scarica" è del 5%.

PERSONALIZZAZIONE SOFTWARE DI FUJITSU

Il Fujitsu Lifebook T580 include il normale pacchetto di applicazioni presente sui Lifebook serie T, che offrono all'utente funzionalità aggiuntive o, spesso, replicate rispetto a quelle già offerte da Windows 7. Avendo già trattato queste applicazioni nella recensione del Lifebook T730 rimando all'articolo precedente per una descrizione completa.

Rispetto al Lifebook T730, però, alcune applicazioni risultano essere limitanti a causa della ristretta dimensione dello schermo. È il caso della barra laterale che permette di avere sotto mano alcune funzionalità occupando però una parte considerevole dello schermo.
Questa barra, che si modifica in modo automatico in base all'applicazione aperta, è particolarmente inutile su questo Tablet PC in quanto replica, rendendole più scomode e meno intuitive, molte delle funzionalità Tablet PC del sistema operativo Windows 7 quali i gesti rapidi, ma può eventualmente diventare utile su una macchina che monta Windows XP Tablet PC Edition.

ALTRI PICCOLI PARTICOLARI

Dal punto di vista audio il Lifebook si ritrova ad essere carente rispetto ai modelli maggiori, essendo disponibile un solo altoparlante che, comunque, riesce a fare il suo lavoro in modo abbastanza soddisfacente.

Dal punto di vista estetico il Fujitsu Lifebook T580 è denotato da un interessante "difetto": la cornice dello schermo è contraddistinta da una finitura leggermente rigata ad eccezione della posizione centrale in basso, proprio sopra lo snodo dello schermo, su cui è stampato il logo Fujitsu. In questa posizione la finitura rigata si arresta ed è presente uno spazio liscio a forma di logo Fujitsu. L'intenzione del progettista era chiara: avere il logo ben stampato e ben visibile. Il problema è che lo spazio liscio ha sì la forma del logo, ma in modo speculare, e così il logo si ritrova ad essere parzialmente stampato sulla superficie rigata.


La cosa è praticamente invisibile e, ovviamente, non influenza in alcun modo l'usabilità del Tablet PC.

CONCLUSIONI: FATTORI NEGATIVI

- Snodo scomodo per la conversione da PC a Tablet PC
- Autonomia non eccellente
- Schermo lucido
- Schermo in formato 16:9
- Gravissime problematiche con il digitalizzatore N-Trig
- Penna rumorosa e povera di funzionalità

CONCLUSIONI: FATTORI POSITIVI

- Formato ridotto
- Prezzo ridotto rispetto alla media dei Tablet PC professionali
- Processore Intel Core i5 di buona potenza
- Ottima connettività e GPS

CONCLUSIONI

Il Fujitsu Lifebook T580 è un Tablet PC estremamente particolare, al punto che non sembra un prodotto Fujitsu. È mia profonda convinzione che, nella creazione del Lifebook T580, la casa giapponese sia riuscita a sbagliare, per quanto riguarda lo schermo, ogni cosa che poteva sbagliare: è lucido, non dispone di ampio angolo di visuale in tutte le direzioni, è troppo piccolo, con cornice non a filo ed è dotato di un digitalizzatore capace di rendere inutilizzabile il Tablet PC. Neppure lo spazio destinato ad ospitare il logo Fujitsu è stato progettato in modo corretto.
Sicuramente valido come ultraportatile nonostante lo spessore elevato e l'autonomia modesta, il Fujitsu Lifebook T580 risulta essere particolarmente misero come Tablet PC e risulta a me incomprensibile come Fujitsu, che da quasi vent'anni rappresenta uno dei pilastri del pen computing sia riuscita a creare un dispositivo i cui difetti si concentrano tutti sullo schermo. Profondamente lontano per usabilità e qualità delle funzioni Tablet PC dagli altri prodotti Fujitsu Lifebook serie T, il Lifebook T580 è un dispositivo che necessita di una profonda revisione da parte della casa produttrice.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.