il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

lunedì 30 maggio 2011

I migliori Tablet PC del mese: giugno 2011

Se avessi bisogno di un Tablet PC, quale modello dovrei acquistare? Dopo alcuni mesi di assenza, riprendono le analisi dell'offerta italiana: ecco i consigli per il mese di giugno 2011.

Nei mesi passati il mondo dei Tablet PC si è finalmente rimesso in moto e, complici nuovi processori, sono stati presentati ed immessi sul mercato nuovi Tablet PC.

I nuovi processori Intel Sandy Bridge, o Core i3/i5/i7 di seconda generazione, hanno portato alla presentazione dei nuovi HP EliteBook 2760p, Fujitsu Lifebook T901, Dell Latitude XT3 e Lenovo ThinkPad X220 Tablet: a parte il modello HP si tratta di modelli profondamente rivisti rispetto al passato che si accingono a sostituire.
I nuovi processori con architettura Oak Trail, dal canto loro, hanno permesso alle soluzioni Intel Atom di raggiungere dopo anni prestazioni accettabili e di creare una serie di Tablet PC professionali che, uniti al digitalizzatore DuoSense di N-Trig, sono in grado di offrire all'utente funzionalità avanzate (anche se, forse, non tutto libere da problemi) ad un prezzo di partenza di poco superiore ai 700 euro. Al momento l'unico Tablet PC disponibile con queste tecnologie è il Fujitsu Stylistic Q550, che arriverà nelle mani dei primi utenti nelle prossime due settimane.

Importanti novità arrivano anche da Wacom, che ha finalmente introdotto novità nella sua offerta capacitiva proponendo con il T901 digitalizzatori capaci di riconoscere due dita ma, allo stesso tempo, di accettare gesti a cinque dita. Il PaceBlade SlimBook D240, dal canto suo, è in grado di riconoscere fino a quattro dita contemporaneamente presentandosi come uno dei Tablet PC puri più completi di sempre, mentre va citata l'uscita di Toshiba dal mondo dei Tablet PC convertibili (e in generale di quelli con Windows). L'azienda nipponica ha infatti segnalato, seppur senza un comunicato ufficiale, di non aver intenzione di proseguire la linea dei convertibili Portégé esistente fin dal 2002.

Queste, in sintesi, le novità dei mesi passati. Guardiamo ora a cosa offre il mercato; tutti i prezzi sono intesi IVA inclusa. La lista completa dei Tablet PC in vendita in Italia è disponibile cliccando qui.



MIGLIOR TABLET PC SOTTO I 500 EURO

Ancora una volta, si tratta dell'Asus Eee PC T101MT. Per meno di trecento euro il Tablet PC base di Asus offre una piattaforma ormai datata (processore Intel Atom N450, 1 GB di RAM, disco da 250 GB) ed un digitalizzatore resistivo con funzionalità multitocco, comunque adatti a far funzionare Windows 7 Starter o una distribuzione Linux se non si ha la pretesa di multitasking. La connettività è buona (802.11b/g/n e Bluetooth) ed è anche presente la videocamera e la batteria sostituibile. A questo prezzo e con Asus alle spalle il T101MT non ha rivali, ma anche le configurazioni più complete, dotate di Windows 7 Home Premium, sono molto più che attraenti. Tutti gli articoli sul T101MT sono disponibili qui.

Una nota di merito, tuttavia, va al nuovo Abaco T102 Pro, versione italiana del convertibile Intel Classmate seconda versione. Per meno di 450 euro la società milanese offre un Tablet PC convertibile che si distanzia dai concorrenti per lo schermo ad alta risoluzione, essenziale per gli schermi da 16:9. Dedicato al mondo dell'educazione, il T102 Pro può risultare attraente anche per altre esigenze; il tutto è basato su Linux ma perfettamente compatibile con Windows 7. Il digitalizzatore, purtroppo, è resistivo. Tutti gli articoli sull'Abaco T102 Pro sono disponibili qui.

MIGLIOR TABLET PC TRA I 500 ED I 1300 EURO

Il titolo può sembrare ridicolo, ma la realtà è questa. Con il Tablet PC HP TouchSmart tm2-2101sl a meno di seicento euro in alcuni negozi (e con un prezzo medio comunque inferiore ai 700 euro) la concorrenza è decisamente sbaragliata.

Il tm2 offre digitalizzatore Wacom, multitocco capacitivo, processore Core i3, grafica dedicata ed una notevole autonomia, il tutto inserito in un Tablet PC convertibile abbastanza leggero ed estremamente curato nella costruzione che si ritrova ad avere come unico punto debole lo schermo, dotato di un normale pannello per PC portatili non professionali. Con queste caratteristiche, e con questo rapporto qualità/prezzo, i nuovi Tablet PC con Oak Trail scompaiono come neve nella lava e il loro acquisto trova scopo solo in caso di bisogno di mobilità estrema.

Con questo rapporto qualità/prezzo scompaiono anche i Tablet PC professionali meno costosi che, nelle versioni base, non dispongono di schermo ad alta visibilità o di tecnologie che possano valere seicento euro.

La fascia di prezzo tra i cinquecento ed i milletrecento euro viene quindi a mio parere totalmente dominata dall'HP TouchSmart tm2-2101sl: non acquistare questo convertibile può essere motivato solo dalla mancanza di soldi o da esigenze particolari come uno schermo da esterni o dalla necessità di particolari tecnologie, prendere altro in questa fascia di prezzo è, a mio parere, uno spreco di soldi.

Tutti gli articoli sul tm2 e la recensione di questo Tablet PC sono disponibili qui.

MIGLIOR TABLET PC A CIRCA 1400 EURO

Fujitsu Lifebook T730 (leggi la recensione). Non è il miglior Tablet PC sul mercato; rispetto agli standard dei Tablet PC professionali, anzi, è un dispositivo grosso e pesante. È però un Tablet PC "vero", nel senso che è un PC portatile potente (Core i5 a pieno voltaggio) e completo (ha tutto, anche il lettore DVD) e può soddisfare ogni esigenza. Dotato di digitalizzatore Wacom, multitocco capacitivo e, all'occorrenza, connettività estrema grazie ai moduli GOBI 2000 il T730 è una bestia di razza che nelle configurazioni non basilari ha un rapporto qualità/prezzo decisamente interessante e alcune soluzioni come il lettore ottico sostituibile con una seconda batteria che possono essere capaci di valere la differenza di prezzo con l'HP tm2. Tutti gli articoli sul T730sono disponibili qui.

MIGLIOR TABLET PC A CIRCA 1750 EURO

Senza alcun dubbio, l'HP EliteBook 2740p (leggi la recensione). Estremamente portatile e piacevole da utilizzare, dotato di uno schermo meraviglioso con la cornice a filo dello schermo, il 2740p rappresenta a mio parere il Tablet PC quasi perfetto. Le configurazioni dotate di disco SSD stupiscono per velocità, mentre la cura dei particolari e la straordinaria personalizzazione software di HP lo rendono il compagno perfetto del professionista e dello studente. Migliorabile sotto diversi aspetti, il 2740p è senza alcun dubbio l'unico dispositivo con cui sostituirei il mio tc1100. Tutti gli articoli sul 2740p sono disponibili qui.

Va tuttavia citato senz'altro il nuovo Fujitsu Lifebook T901 che, per circa 1700 euro, offre i nuovi processori Intel Sandy Bridge su quello che, per porte, funzionalità e connettività, è il più completo Tablet PC sul mercato. Tutti gli articoli sul T901 sono disponibili qui.

MIGLIOR TABLET PC A PIÙ DI 2000 EURO

Forse con qualche dubbio, ma ancora l'HP EliteBook 2740p. Soprattutto nelle versioni di costo superiore, dotate di connettività GOBI 2000 integrata, il 2740p ha quasi tutto quello che serve. A più di 2000 euro esistono molti altri ottimi concorrenti, primo tra tutti il Panasonic Toughbook CF-C1 che con le sue dieci ore di autonomia reale e la portabilità estrema è strepitoso (leggi la recensione) ma la sensazione di superiorità e l'esperienza utente del 2740p sono, a mio parere, uniche. A più di 2000 euro, le uniche ragioni che mi vengono in mente per non acquistare il 2740p sono esigenze di autonomia e resistenza estrema oppure il desiderio di attendere il nuovo 2760p dotato di processori Intel Sandy Bridge (Tutti gli articoli sul nuovo 2760p sono disponibili qui).

24 commenti:

  1. Utile come tutto il resto del blog! Grazie veramente!

    RispondiElimina
  2. finalmente! mi mancava un po' questa "rubrica"...
    ho notato che sono spariti il motion j3500 e slimbook d240... quasi perfetti come tablet pc puri, ma irraggiungibili nel prezzo...

    RispondiElimina
  3. Io approfitto di questo post per ringraziare l'autore del blog e tutti i partecipanti per avermi convinto a comprare l'HP Tm2-2101..scoperto e apprezzato qui.. l'offerta a 600euro del sito Eldo mi sa che è proprio andata a ruba. ..peccato me lo sia impallato in 2 giorni installandovi in maniera sbagliata Ubuntu.. cmq, grazie ancora!

    Roberto

    RispondiElimina
  4. ...non hai nominato il Lenovo X220T, come mai? Non ritieni di affiancarlo all'HP2760 e al T901?

    RispondiElimina
  5. Il 2740 e' il tablet migliore che io abbia mai provato finora... gli manca si' la doppia batteria sostituibile a caldo come i fujitsu, ma non si puo avere tutto... con 2 batterie duro 8 ore e basta e avanza!

    Insomma, valutero' il T901 con grafica dedicata, ma ora come ora lo cambierei solo per il 2760, essenzialmente lo stesso tablet!

    RispondiElimina
  6. Perchè sei così entusiasta del 2740 rispetto ai tablet da te fin quì avuti? In particolare quali sono i suoi punti di forza rispetto al X200?

    RispondiElimina
  7. Raffaele ho risposto ora alla tua longa Mail, spero di essere stato esaustivo :)

    RispondiElimina
  8. @ Piso
    intendi 2 batterie, ma non usabili contemporaneamente... prima una, poi l'altra. In quel caso come ti regoli per la carica? Prima una poi la sostituisci e carichi la seconda? A me così non sembra comodissimo, come non mi sembra comodo portarsi dietro 2 batterie, a quel punto tanto vale portarsi il trasformatore.
    E poi scusate, perché parlate tra di voi via mail? se proprio si teme di essere OT ci si può spostare sul forum, penso sarebbe interessante per tutti conoscere questi aspetti. Penso che il 2740p e il suo seguito siano tra i tablet migliori in commercio, ma ho dei seri dubbi sulla durata delle batterie. Conoscere l'esperienza d'uso reale di qualcuno mi sembrerebbe importante.

    RispondiElimina
  9. @Cristiano:
    Comunico via mail perche' mi e' stata mandata una mail. Come ho scritto a Raffaele ci sposteremo sul forum per le considerazioni finali del nostro dibattito, ma fortunatamente ancora non e' vietato sentirsi per mail per avere un botta e risposta meno confusionario e la mia mail si trova facilmente sul forum.
    si' due batterie sostituibili (ci scagliamo contro la batteria non sostituibile dell' ASUS EP121 per qualche ragione...) e non ho problemi a mettere nella borsa 2 batterie e a caricarle in sequenza.
    Non capisco il senso di "tanto vale portarsi dietro il trasformatore", ti porti dietro anche la parete con la presa elettrica? Ovviamente il trasformatore me lo porto sempre dietro, ancora piu' ovviamente non si ha spesso la possibilita' di attaccarlo alla corrente. Quindi spiegati meglio che non capisco.
    Comunque sia sostituire la batteria con PC spento e' un lavoro che porta via 1 minuto netto (25 secondi per spegnere il pc, 5 per cambiare batteria e 30 per riaccenderlo :D) se devo farlo una volta al di' in un momento di pausa non penso ci siano problemi, lo fanno tutti quelli che hanno bisogno di piu' autonomia e non hanno batteria sostituibile a caldo, parliamo del 99% dei casi, la doppia batteria e' davvero un lusso spettacolare, ma e' lungi da essere essenziale.
    Autonomia, io ottengo 4 ore a batteria con wi-fi spento, e continua a sembrarmi buono, piu' o meno la stessa autonomia che avevo col lenovo x200 che aveva la super batteria a 8 celle.

    RispondiElimina
  10. @ Piso
    non ti arrabbiare ;-) non volevo mica essere drastico! Ti spiego il mio punto di vista: ho un Panasonic CF-C1, che è un mostro di autonomia (ma haimé un pannello sicuramente inferiore al tuo), lo swap a caldo è un lusso che posso sfruttare ma che in fondo non mi pare così indispensabile. Per come la vedo io le due batterie dovrebbero essere la regola. La domanda che ti facevo era da intendersi se fosse possibile, che so, al posto del dvd sul tuo 2740p, montare una seconda batteria come fa il Fujitsu t901. Cosa che il mio non fa perché ha di default le 2 batterie e non prevede moduli cd/dvd se non esterni (ed io preferisco così). Poi uno ci può mettere amche 5 minuti a cambiare batteria e non mi sembra affatto tanto. Resto èerò dell'idea che se bisogna portarsi dietro alimentatore e 2 batterie qualcosa nella progettazione di un buon laptop non ha funzionato. E' un bell'ingombro quello di cui parli e un peso non trascurabile, discutiamo del fatto che è meglio un tablet che pesa un etto in meno e poi ci portiamo dietro mezzo chilo tra alimentatore, fili e batteria?
    Il mio alimentatore sta a casa. Punto. Tra l'altro la mia curiosità riguarda anche l'altro convertibile che hai avuto, il Lenovo, attualmente sono le 2 marche e modelli che insieme al mio più si avvicinano alla mia idea di tablet ideale.
    Tu come ti trovi e ti sei trovato prima?
    Riguardo alla mail non volevo tirare le orecchie a nessuno ci mancherebbe, forse credo solo che siamo un pò terrorizzati all'idea di non capire fino in fondo perché si venga bannati e alla fine una utile discussione pubblica diventa una mail privata. Tutto qui. Così discutiamo oramai solo sul forum o via mail.

    RispondiElimina
  11. State dimenticando la batteria ultraslim acquistabile a 220$ (NON la dock station, che e' spessa ed pesante - 750g) :) Con quella si dovrebbero raggiungere le 11 ore di seguito e non c'e' bisogno di accendere/spegnere! E credo si ricarichino in serie

    RispondiElimina
  12. Ci sono giorni in universita' in cui, non scherzo siccome seguo un corso al serale, devo usare il tablet dalle 8.30 alle 21.30
    Il 99,9 per cento dei computer non regge come autonomia, quindi l'alimentatore e' necessario e non credo che si possa dire qualcosa e' andato storto, dato che solo il CF1 resiste cosi' tanto.
    Volendo avrei potuto prendere la batteria slice e durare 11 ore, ma giudico immensamente piu' importante avere un tablet piu' sottile piuttosto che un tablet con piu' autonomia.
    Come dico spesso, per me la qualita' di scrittura a parita' di schermo e' data dal 50% dal dititalizzatore, dal 40% dallo spessore e dal 10% dalla qualita' della penna.
    La seconda batteria in borsa se la portano praticamente tutti ed e' il motivo per il quale i tablet senza batteria sostituibile non sono mai consigliati su questo blog.
    Se poi tu hai esigenze di mobilita' assoluta e' un altro conto, ognuno ha le sue esigenze, per me cambiare batteria ogni 4 ore e' buono. anche perche' quando non ho i corsi serali spesso non ne ho nemmeno bisogno.

    RispondiElimina
  13. @piso: e cosa ci dici sulla rumorosità dell'HP2740p? Io ho una "classico" laptop HP(8510) che fa un rumore pazzesco a causa della ventola quasi sempre attiva!

    RispondiElimina
  14. @Raffaele: Sicuramente rispetto ai tablet con processori a TDP ridotto scalda di piu', la ventola e' comunque molto buona. Il rumore e' paragonabile a quello del mio vecchio X200t, ovvero non fastidioso, sebbene udibile in momenti di silenzio.

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  16. Scusate ma l'hp di cui parlate ha la connettività 3g?

    RispondiElimina
  17. Anche io chiedo: che opinione avete dell'x220t?

    Lo sto ordinando, ci sono ritardi, per cui se proprio secondo voi non vale, ripenso alla scelta...

    RispondiElimina
  18. @Massimiliano: tutti i Tablet PC professionali hanno connettività 3G...

    @Cato: L'X220t come macchina è notevolissima ma ci sono molte cose della progettazione (schermo 16:9 e batteria che spunta fuori sopra tutto) che mi lasciano ENORMEMENTE perplesso. Mi riservo di giudicarla dopo test dal vivo, al momento non sono ancora riuscito a vederla...

    RispondiElimina
  19. @Cato: anche io sono molto combattuto tra il 2760p e l'X220t. Come il custode sono perplesso in particolare per la proporzione e dimensione dello schermo...a differenza di molti, adoro i ThinkPad(IBM) sia dal punto estetico che per la robustezza, ma per un Tablet PC le proporzioni dello schermo sono a mio avviso determinanti! Tienici aggiornati sulle tue valutazioni e sull'eventuale acquisto. Io ho scritto a Rob Bushway che, come segnalato dal Custode, ha pubblicato le foto dell'X220T appena acquistato: http://www.robbushway.com/2011/06/03/lenovo-x220-tablet-pc-a-photo-tour/
    e tra l'altro mi risponde che è vero, l'HP2760p è forse più leggero ed elegante, ma...a lui PIACE l'X220T, quindi in definitiva, oltre ovviamente ad una questione di valori di datasheet, molto importante è anche il gusto personale...certo poterli provare dal vivo prima di acquistarli....quasi quasi servirebbe un nuovo tentativo di raduno, che dici CUSTODE, ci si riprova? Certo al raduno sono interessati principalmente i potenziali acquirenti, mentre i fortunati possessori di Tablet PC difficilmente hanno il tempo ed il coraggio di sottoporre le proprie macchine di LAVORO ad un simile stress. Che ne dici CUSTODE di coinvolgere direttamente i costruttori o le aziende che, come già hai dimostrato, si sono dimostrate più disponibili? Milano e Roma sarebbero le tappe ideali di un eventuale tour espositivo...

    RispondiElimina
  20. @Raffaele: con alcune aziende ed università si sta giusto pensando ad un evento nella prima settimana di settembre, per Milano. Per fine mese potrei proporre qualcosa, nel caso verrà ampliamente pubblicizzato (e fatto meglio rispetto all'anno scorso).

    RispondiElimina
  21. Io avevo preso, superando mille difficoltà, un Cf-C1 inseguendo il venditore per due settimane... poi lo schermo resistivo era completamente inusabile e fortunatamente sono stati gentilissimi ad annullare l'acquisto.

    Quindi quello preferivo... tuttavia venendo da un x41 ritrovare il feeling IBM non mi dispiace.

    Quello che dice il CUSTODE per i miei gusti non conta tantissimo.. uno schermo più largo che lungo quando si lavora con la tastiera e più lungo che largo quando si scrive lo trovo ottimo (saprò dire dell'usabilità effettiva)

    Per la batteria, sopporterò lo spessore, ma la sporgenza può essere utile come impugnatura (come per l'X41 con le 8 celle).

    Spero solo che non slittino ancora i tempi di consegna...

    Vi farò avere le prime impressioni

    RispondiElimina
  22. Scusa la domanda, ma perché hai preso un CF-C1 con digitizer resistivo? Ha senso solo per chi lo usa con guanti (tipo sale operatorie, ecc...) per il resto si sa che è inusabile.
    Io, pur ribadendo il difetto dello scarso angolo di visuale, lo trovo comunque eccellente (con digitizer attivo ovviamente)

    RispondiElimina
  23. ... ora lo so anch'io.

    Non mi era chiaro (e con l'impossibilità di provare i prodotti è un casino) se assieme al touch resistivo avessero mantenuto la penna ... come si dice?

    Anzi pensavo che fosse proprio così: penna funzionante senza pressione e schermo resistivo (a pressione) invece che capacitivo (tipo iphone, 4dummies). Invece no.
    Comunque lo schermo era difettoso nel senso che serviva una pressione esagerata... fortuna che sono stati gentili. Anzi li ringrazio di nuovo (distributori toughbook di milano).

    RispondiElimina
  24. Grazie a questo blog e a tutti quelli che hanno contribuito a farlo(compresi anche i lettori e commentatori)..oggi mi è finalmente arrivato l'HP TouchSmart tm2-2101sl e devo dire che dato il suo costo(673,80euro con spedizione compresa da Mediashopping) si presenta come un ottimo pc ma anche un buon tablet..è tutta oggi che cerco la maggiore pecca di questo pc e ne ho riscontrate solo 2..e neanche tanto rilevanti..il touchscreen con le dita non è precisissimo(ma c'è la penna che invece è validissima) e la mancanza della tastiera su monitor con il programma HP QuickWeb, che per chi non lo conoscesse è un utilissimo programma che parte prima del sistema operativo, dove si può accedere alla mail, a internet, musica, foto, giochi, ..., insomma tutto ciò che potrebbe servire velocemente senza aspettare che parta tutto il sistema operativo. Dalla mia esperienza consiglio questo tablet pc soprattutto per il suo rapporto qualità/prezzo.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.