il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

giovedì 5 maggio 2011

Ekoore ET10TA, il responsabile Ekoore spiega il suo punto di vista

Per correttezza viene pubblicato, in un articolo dedicato, un comunicato di Leonardo Lasala, Marketing Manager di Ekoore, relativo al mio articolo di due giorni fa sull'ET10TA. A seguito la risposta del responsabile di Tablet PC Italico.

Ecco il testo del messaggio, pubblicato sul sito ufficiale di Ekoore e diffuso anche attraverso la pagina ufficiale di Facebook dell'azienda.

Continua il dialogo a distanza tra Ekoore, azienda italiana operante nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti high tech , tra cui tablet pc e notebook e il magazine “Tablet Italico”.  Dopo un articolo datato 3 maggio 2011 dal titolo  ”Ekoore abbassa le specifiche dell’ET10TA, si torna indietro al 2008” a fronte di un’analisi evidentemente non corretta, visto che abbiamo un prodotto completamente differente (cambia il processore che diventa meno potente , modificando così in parte le caratteristiche del prodotto indirizzato ad un target differente) , il nostro Marketing Manager ha deciso di intervenire al fine di fornire un’informazione realmente confacente a ciò che è la logica di Ekoore e la richiesta del mercato.

Riportiamo anche qui la risposta di Leonardo Lasala , segnalando come il nuovo ET10TA sia supportato da un processore N270 meno potente ma anche meno dispendioso del N450 (previsto dal Drake) , con una leggera modifica del price ufficiale (in ribasso).

«Buonasera a tutti. Sono Leonardo Lasala, Marketing Manager Ekoore. Invocato dall’articolo e dai lettori, rispolvero “carta e calamaio virtuale” per fornire ulteriori specifiche su questo nuovo feedback di Tablet Italiaco, che ringrazio sempre sia per l’attenzione (ci piace vedere la stampa attiva in tempo quasi reale, complimenti), che per l’opportunità democratica di dare chiarimenti. Vengo immediatamente al dunque. Come già spiegato in precedenza, Ekoore Drake è una evoluzione importante dell’ET10TA. Importante perchè coniuga prestazioni, qualità e prezzo, rispondendo a specifiche richieste in circa 1 anno e mezzo di confronto con i nostri utenti acquirenti del modello ET. La scelta iniziale di presentare i due modelli (con identico prezzo e dunque a vantaggio dei consumatori, visto che è evidente il plus offerto dal Drake) è stata una opzione che ha seguito anche la trasparenza che un’azienda non deve mai tralasciare. Non abbiamo mandato in pensione il nostro ET ma offerto un prodotto che conservando il plus dell’ET ne eliminasse quelli che si erano rilevati minus. Oggi l’ET10TA vive una nuova vita, con un processore differente, compatibile con ciò che viene individuato come la nicchia di mercato a cui il tablet pc si riferisce e dunque cambia pelle, restando competitivo ed efficiente ed ancora oggi uno dei modelli più richiesti (con il Drake) sul mercato internazionale, alla nostra azienda. Non è dunque un passo indietro, come indicato nel titolo dell’articolo …ma la scelta di un segmento di mercato differente, che ha altre esigenze e dimostra ulteriori aspettative, che non sono secondarie. Ricordiamo ai lettori ed alla redazione, che il modello ET10TA non è compatibile solo con Ubuntu Linux ma anche con Win e che la scelta che segue logiche open source, non è certamente legata alla “avidità di risorse” ma anche qui ad un target differente di utenti.
Faccio un rapido esempio che semplificherà il discorso. Il redattore di un magazine come Tablet Italico, ha nella sua mission quella di soddisfare diverse tipologie di lettori. Dunque accanto al favor che traspare per alcuni modelli , al fine di accontentare tutto il pubblico anche quello indipendente, sarà necessario trattare anche tipologie di macchina differenti. Ci sono lettori di serie A o B ? No, esistono lettori con skill differenti ed esigenze diversificate.
Stesso discorso deve seguire un’azienda come Ekoore. Abbiamo tante richieste e dobbiamo soddisfare tantissimi utenti. Non possiamo seguire soltanto i nostri gusti e le nostre riflessioni, ma piuttosto ciò che ci suggerisce il mercato e quest’ultimo richiede una diversa tipologia di ET10TA.
Chiudo questo utile intervento divulgativo, a fronte di un titolo un attimino sbilanciato….con una chicca. Ad un recente incontro pubblico realizzato da Ekoore, un giovanissimo lettore di Tablet Italico e utente di Ekoore, in piena manifestazione chiedendo la parola ha formulato questa domanda ” Dr. Lasala, ma perchè Tablet Italico vi tratta così male ? ” La nostra risposta è stata la seguente ” noi crediamo nella stampa e nei commenti indipendenti. Evidentemente la redazione di Tablet Italico ha una idea differente di mercato rispetto alla nostra, rispettabile. Discutibile, ma rispettabile. Così come si può discutere Ekoore , ma sempre con il rispetto che si deve a chi lavora. Detto ciò noi dobbiamo fare ciò che il mercato ci chiede e che riteniamo opportuno, non ciò che ci dicono i media, altrimenti Del Piero avrebbe già indossato 20 maglie differenti“. Con questa battuta finale, noi riteniamo come Ekoore, che Tablet Italico abbia fondamentalmente una idea diversa di ciò che è il mercato, perchè è un organo di informazione e non un’azienda. E’ giusto dunque il confronto ed è giusto che il Responsabile d’azienda, abbia la possibilità di intervenire per riequilibrare qualche intervento che non ci sembra troppo equilibrato o quantomeno rispondente a ciò che è la realtà. Detto ciò , ringraziamo per l’ospitalità e invitiamo tutti a documentarsi con vari organi di informazioni, con varie aziende ed a scegliere ciò che nella vita di tutti i giorni ci consente di aggiungere valore aggiunto al nostro quotidiano. I migliori saluti.»

Dr. Leonardo Lasala – Marketing Manager Ekoore (www.ekoore.com)




Il Tablet PC Italico è un sito informativo indipendente. Questo significa principalmente due cose: la prima è che ciò che viene scritto è l'opinione dell'autore, non modificata da compensi od altro. La seconda è che l'unico modo che ha un prodotto di ricevere note positive è quello di essere un buon prodotto dotato di un buon rapporto qualità/prezzo.

L'indipendenza, per uno strumento informativo, non è cosa da poco. Il poter fornire al lettore fatti oggettivi interpretati secondo l'esperienza dell'autore e non informazioni pubblicitarie che fanno parte di un più o meno sapiente lavoro di marketing aziendale è ciò che, per un utente comune, un professionista od una azienda, può permettere di capire veramente quale dispositivo acquistare.

Gli articoli che compaiono su questo sito informativo rappresentano l'opinione dell'autore ma non rappresentano opinioni campate per aria. I prodotti descritti vengono analizzati a partire dalla loro scheda tecnica, osservando le caratteristiche tecniche, le tecnologie utilizzate, i materiali utilizzati e l'usabilità generale. Vengono analizzati pregi e difetti tenendo conto del fatto che ogni persona ha esigenze diverse e particolari e viene osservato il rapporto qualità/prezzo tenendo conto della presenza di prodotti simili e diversi, così come vengono osservate e messe in evidenza le carenze facilmente risolvibili presenti nei dispositivi analizzati. Se c'è la possibilità, poi, i prodotti vengono testati dal vivo in modo intenso e confrontati direttamente con dispositivi simili e non.

Lo scopo di tutto ciò è uno ed uno soltanto: fornire al lettore piena consapevolezza e quindi la capacità di acquistare il dispositivo che meglio risponde alle sue esigenze. Nel lavoro che sta dietro a questo sito informativo non c'è assolutamente il desiderio di soddisfare i lettori, che anzi spesso disapprovano quanto scritto, quanto piuttosto quello di portarli su un duro piano di realtà, l'unico che permette un acquisto consapevole. Allo stesso modo non c'è il desiderio di soddisfare le aziende, il che non significa trattarle male, ma semplicemente essere oggettivi e sinceri, per il bene del consumatore.
Il mondo dei Tablet PC è un mondo particolare, un mondo che viene ignorato dalle stesse case produttrici. Aziende che, spesso, seguono ciò che suggerisce il mercato anziché creare innovazione, aziende che spesso seguono acriticamente le richieste di consumatori stregati dal marketing Apple e che evitano di dare al consumatore dispositivi migliori.

Al Tablet PC Italico non interessa il mercato e non interessa seguire le mode. E questo è evidente a tutti: in un mondo completamente assorto da Apple iPad e dispositivi Android, che viene informato da giornalisti che non hanno mai usato Tablet PC e che considerano la penna un parente pazzo che va dimenticato ed ignorato, Tablet PC Italico non parla di iPad ed Android. In un mondo eccitato dalla tecnologia capacitiva il Tablet PC Italico è l'unico strumento informativo che fa precisa distinzione tra i Tablet PC "veri" ed il resto.
Il Tablet PC Italico parla di strumenti di lavoro adatti a persone che lavorano ed il suo scopo è di informare in modo preciso ed oggettivo, e questo significa essere oggettivi, anche a costo di sembrare sgradevoli, anche a costo di scrivere recensioni negative su particolari prodotti.

Non trattare male. Ma dire pane al pane e vino al vino. Esaminare il prodotto con occhio critico ed oggettivo, guardando ai vantaggi ma anche ai difetti, per fare sì che l'utente acquisti il prodotto che più risponde alle sue esigenze.

Detto questo, non vedo in che modo la mia analisi dei dispositivi Ekoore possa essere non corretta. I prodotti sono stati analizzati basandosi su fatti oggettivi, ovvero sulle schede tecniche, e, non avendo la possibilità di testare il prodotto dal vivo, sulle esperienze vissute con prodotti dotati di caratteristiche tecniche simili. Ed è opinione di chi scrive che, nel momento in cui si sta su un piano oggettivo, nel momento in cui si guarda alle caratteristiche tecniche dei prodotti con occhio sincero non velato da esigenze di marketing, non si può in alcun modo trovare evidente il plus offerto dal Drake rispetto alla vecchia versione dell'ET10TA così come, analizzando il rapporto qualità/prezzo, non si può non notare l'enorme differenza di prezzo tra i due modelli Ekoore e l'Asus Eee PC T101MT che, pur essendo dotato di caratteristiche tecniche superiori (disco da 250 GB, schermo multitocco, licenza di Windows 7 Starter) si può acquistare a duecento euro in meno, praticamente la metà.

E questo non viene scritto per il desiderio di recare danno alla Ekoore o per il desiderio di trattar male una delle poche aziende che, con coraggio, si mette in mostra come realtà imprenditoriale di successo in una Italia in crisi. Questi desideri, ovviamente, non sono presenti. Quello che viene scritto viene scritto non per frettolose o parziali osservazioni, ma semplicemente perché, dopo attenta analisi di tutti i dati disponibili ad oggi, la mia opinione è questa.

Se poi, come può succedere in quanto scritte da esseri umani, le analisi dei prodotti pubblicate su questo sito sono falsate dalla mancanza di dati o da altri parametri, ai responsabili Ekoore, così come ai responsabili e ai portavoce di tutte le aziende, sono sempre offerti spazi e canali dedicati in cui poter evidenziare il loro punto di vista a tutto vantaggio dei lettori che, in questo modo, possono raggiungere una maggiore consapevolezza pre-acquisto.