il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

lunedì 18 aprile 2011

I Tablet PC, ovvero la corsa verso l'inutilità

Mentre i Tablet Computer, lentamente, acquistano maggiori funzionalità e capacità di essere utili, i Tablet PC diventano sempre meno completi e validi dal punto di vista lavorativo.

Confrontare i Tablet PC moderni con i modelli del 2002 o anche solo dell'epoca pre-iPad è un esercizio che, da un lato, fa male al cuore mentre, dall'altro lato, sconcerta.

I lettori di questo sito perdonino l'autore dell'articolo ma, come al solito, l'HP-Compaq tc1100 verrà usato come esempio del Tablet PC magari non perfetto ma, perlomeno, estremamente ben progettato. Questo perché il tc1100 è forse il miglior esempio di quello che i Tablet PC sono stati nell'ultimo decennio prima dell'arrivo dell'iPad e dei Tablet Computer con sistema operativo Android.
Il tc1100 è, semplicemente, un PC perfettamente funzionale, dotato di buona connettività sia cablata che senza fili, dotato di un processore performante a sufficienza per quasi ogni operazione ma comunque compatto, leggero e dotato di una buona autonomia.
Come PC portatile il tc1100 è un piccolo gioiello per funzionalità, praticità d'uso ed estetica.
Quando perde la tastiera, però, il tc1100 diventa un tablet grandioso. Leggero e sottile (anche se non per gli standard attuali dei tablet puri), con uno schermo piccolo ma ottimamente proporzionato che permette di lavorare senza problemi.
Quando, con un movimento semplice ed immediato, viene agganciato alla sua stazione di ancoraggio il tc1100 è invece un potente e completo desktopmultischermo capace di soddisfare esigenze avanzate senza alcun problema ma, anche, di mantenere accessibili all'utente tutte le funzionalità Tablet PC.

Il tc1100 è, in breve, un PC completo in mobilità ed un PC ancora più completo nel momento in cui è fermo; è uno strumento versatile capace di offrire all'utente un PC portatile se c'è bisogno di un PC portatile, un tablet leggero e comodo da usare se c'è bisogno di un tablet, una stazione di lavoro multischermo se c'è l'esigenza di una soluzione complessa.
Chi, nel 2005, acquistava un HP tc1100 spendeva molto ma, perlomeno, non scendeva a compromessi: a parte il videogiocatore estremo il tc1100 era infatti adatto ad ogni uso ed ancora oggi, nonostante l'età, è un dispositivo più valido della quasi totalità dei Touch Tablet PC e dei Tablet PC sotto i 600 euro.

Il tc1100, però, non era un caso isolato: certo è, a parere di chi scrive, il meglio progettato tra tutti i Tablet PC ma, in passato, sono stati creati una enorme quantità di Tablet PC capaci di competere con lui. Fino all'arrivo dell'iPhone e del fenomeno multitocco quasi ogni produttore di PC aveva a listino almeno un Tablet PC che si presentava come un PC portatile completo ma capace di essere utilizzato in più occasioni, in più posti ed in modo più semplice rispetto ad un normale PC portatile. Chi possedeva un HP tc1100, od un tablet quale l'Acer C110 od il Fujitsu Stylistic ST4000, non aveva bisogno di un altro PC portatile, non aveva bisogno di un PC fisso, non aveva bisogno di un altro dispositivo.
I Tablet PC erano questo: PC portatili completi, capaci di offrire Windows (od un altro sistema operativo completo per PC) e quindi la possibilità di lavorare, in una veste più completa, più utilizzabile ed, in sintesi, migliore. Tutto in un solo dispositivo capace di fare perfettamente ogni tipo di lavoro.
È inutile discutere del perché questa piattaforma, nonostante sia evidentemente superiore, sia restata caratterizzata ad un successo marginale e da una generale indifferenza: si è già discusso molto in passato delle pessime strategie di marketing e del prezzo orrendamente ed ingiustificatamente gonfiato di questi dispositivi.
È altresì inutile discutere del perché i Tablet Computer, e l'iPad in particolare, abbiano avuto successo: il prezzo modesto e l'usabilità estremamente piacevole, amplificati dalla perfetta macchina del marketing Apple, sono sotto agli occhi di tutti quelli che vogliono vedere.

Con l'avvento dell'iPad, però, le cose sono cambiate. I Tablet PC, che nonostante il profondo impegno delle case produttrici sono riusciti a crearsi un mercato di professionisti disposti a spendere cifre inaccettabili pur di lavorare meglio, hanno iniziato a subire una involuzione che li sta, purtroppo non lentamente, trasformando da dispositivi superiori in prodotti mediocri od assolutamente inutili.

Questa contro-evoluzione ha, a parere di chi scrive, toccato il suo livello più infimo nei Touch Tablet PC, dispositivi privi di penna e dotati del solo digitalizzatore capacitivo che, utilizzando un sistema operativo non pensato per l'uso con le dita e, spesso, processori Atom incapaci di fornire potenza sufficiente, risultano essere estremamente poco utilizzabili anche come semplici visualizzatori di contenuti.
Nonostante i Touch Tablet PC siano il peggio possibile, molti nuovi Tablet PC si avvicinano ai loro livelli: è il caso di dispositivi estremamente popolari quali l'Asus Eee Slate EP121 od il Fujitsu Stylistic Q550.

Chi scrive ha avuto modo di testare dal vivo questi due modelli in modo abbastanza approfondito ore negli ultimi mesi e, se le prime impressioni sono buone, ad una analisi approfondita e ad un confronto con macchine passate questi due tablet, che rappresentano un grosso investimento di due compagnie che da sempre credono nei Tablet PC (Microsoft e Fujitsu), sono ben lontani dall'essere perfetti e dall'essere utilizzabili come unico PC e, di fatto, i loro difetti sono così significativi da suscitare enormi perplessità relativamente alla loro reale utilizzabilità.

Senza andare nello specifico (un articolo di confronto approfondito tra l'Asus Eee Slate EP121 ed il Fujitsu Stylistic Q550 verrà pubblicato nei prossimi giorni) questi Tablet PC, così come molti altri dispositivi a loro simili, sono carenti in aspetti fondamentali, primo tra tutti la dimensione del disco, di soli 32 o 64 GB (il Fujitsu T580 sul quale sto scrivendo ora, con giusto Windows 7, qualche programma e le foto ed i filmati in HD della sua recensione è pieno per 52 GB) che rende obbligatorio il ricorso a unità di archiviazione esterne.
Alle carenze di spazio di archiviazione si uniscono carenze di spazio di lavoro nel caso del Q550 (qui un confronto tra schermi dei Tablet PC che evidenzia come lo schermo da 10,1 pollici sia più piccolo anche di un foglio A5) e, per entrambi, carenze di espandibilità: se il Q550 ha una stazione di ancoraggio dotata di solo quattro porte USB, che quindi impedisce un agevole utilizzo multischermo del tablet, l'Asus EP121 non dispone nemmeno di stazione di ancoraggio e quindi della possibilità di utilizzare il dispositivo in maniera agevole in posizione fissa.

Nonostante le stesse case produttrici lo neghino si tratta, in breve, di dispositivi che non possono essere utilizzati da soli ed hanno bisogno di essere affiancati ad un altro PC più completo. Se Fujitsu avesse obbligato ogni suo dipendente ad usare un T4410 come unico PC, la quasi totalità dei dipendenti avrebbe mantenuto od aumentato la sua produttività. La stessa cosa sarebbe successa se Asus avesse distribuito degli R1. Ma se Fujitsu ed Asus distribuissero oggi Q550 ed EP121 obbligando i dipendenti ad usare solo questi dispositivi la produttività crollerebbe in maniera netta, in particolare in ambito mobile.

Dopo dieci anni passati ad essere dispositivi di nicchia ma completi, i Tablet PC, perlomeno quelli su cui le case produttrici decidono di investire, diventano insomma sempre più dispositivi castrati e slegati dall'aspetto produttivo, incapaci di fornire all'utente tutto quello di cui ha bisogno. Non più dispositivi completi, i Tablet PC si presentano sempre più come riproduttori di contenuti capaci di lavorare anche con Flash e non come dispositivi capaci di trasformare in meglio l'esperienza di lavoro e di vita.
La realtà è che il Tablet PC medio, oggi, è più potente per via dei nuovi processori ma decisamente meno funzionale ed utile del Tablet PC medio del 2002.
Ma l'utente, ipnotizzato da strategie di marketing dell'era post-PC, non pensa nemmeno che sia possibile avere tutto in un unico dispositivo e, da bravo consumatore, compra due o più apparecchi invece di pretendere un unico compagno di svago e lavoro.

E questa è una cosa che fa male al cuore e sconcerta chi scrive.

13 commenti:

  1. complimenti!.. la penso proprio come te.. e sto ancora aspettando all'orizzonte un tablet pc che mi riesca a sostituire efficacemente il pc che ho, che abbia un digitalizzatore attivo wacom che mi faccia riprendere l'arte del disegno digitale e che non mi debba far provare vergogna del mac book pro che sto usando..

    aspetto..

    RispondiElimina
  2. Mi permetto invece di dissentire completamente. Lo faccio da possessore felice di un TC1100, un Toshiba Portege e un ST5112 (posseggo anche un oqo model 02 e un samsung Q1). Ho sempre letto con interesse questo blog se non altro per la comodità di trovare riferimenti sulla disponibilità di tablet pc sul mercato italico appunto. Ma sapete da cosa vi scrivo?, da un Samsung Galaxy Tab che se avesse la penna come accadrà per il flyer sarebbe perfetto. In borsa con me c'è in Samsung E60 e un Sony Pocket Reader. Tre device che non pesano come un TabletPc qualsiasi che hanno autonomia molto maggiore e mi permettono di scrivere e lavorare come ora dal treno che mi riporta a casa. Con un Tablet Pc con Win 7 avrei tempi lunghi di boot, problemi di peso e ingombro. Da qui posso leggere pdf e spero con il flyer di poter anche annotarli. Posso gestire il blog, prendere appunti a mano sull E60, rispondere alle mail, scrivere un testo su word. Leggere un libro. Non ho una ventola che mi scalda e brucia le dita in estate leggibile a due passi dal finestrino, non fa rumore. Tutto questo potendo riporre il device in tasca, perche diciamoci la verità questa è mobilità. Autonomia e tempi di boot, facilità d'uso e stabilità. Io adoro i TabletPc ma macchine come il Tab con una penna diventeranno il perfetto compagno per il roadwarrior per i pc c'è tanto spazio a casa e meno nella borsa.

    RispondiElimina
  3. @Miriael: ero proprio indeciso se prendere un Galaxy tab, cosciente che cmq non può sostituire un pc. Ti faccio un paio di domande:
    E' vero che scalda tanto?
    Non esistono penne per scrivere su schermi capacitivi che funzionino sul Galaxy tab?
    Come si vede lo schermo in confronto con un iPad?
    Che difetti hai riscontrato?
    A me piace molto il formato 7 pollici..sai se uscirà un galaxy 2 da 7"? che alternative ci sono da 7"?

    Grazie in anticipo per le risposte :)

    P.s. Scusami Custode se uso questo spazio..ma approfitto di aver trovato un utente smart di galaxy tab :)

    RispondiElimina
  4. @Koral: il Tab scalda molto se provi a giocarci, non certo ad Angry Birds, ma a qualcosa di più intenso ad esempio Need for Speed o Pocket Legends. Tempo fa Samsung aveva messo in vendita tramite play.com una penna bluetooth, ma non poi se ne sono presto perse le tracce. Confido che l'uscita dell'HTC Flyer (che appunto adotta una penna di quel tipo) porterà ad un rip della app per usarla su altre distro. Apple compra gli schermi da Samsung?, questo risponde alla domanda vero? :). Il principale difetto è nella gestione della batteria (che la radio 3G brucia molto in fretta) e nell'impossibilità al momento di poter annotare i pdf. Usciranno galaxy con formati più grandi e un tab da 7 solo wifi. Al momento le alternative sono il già citato Flyer e l'Asus pad memo (che però come l'ipad ricorre ad uno stilo tipo "salsiccia" per annotare). Il formato da sette pollici e geniale per l'uso in mobilità, lo infili in una borsetta per una donna o nella tasca della giacca o lo puoi portare in mano senza problemi. La tastiera a video ti permette buoni tempi di scrittura perchè i pollici sono vicini e quindi si scrive discretamente senza affaticarsi. L'ho acquistato a 479 da mediaworld, a quel prezzo trovi l'ipad wifi 16 giga che non è male come alternativa in quanto dispone di app per annotare i pdf e steso sul tavolo la tastiera dell'ipad è più comoda da usare a 10 dita. Inoltre ci sono molte app nello store di apple che offrono una discreta esperienza per gli amanti degli scarabocchi a mano libera :). Sulla scrivania dove ha il pc, il Tab lo tieni vicino e puoi facilmente sbirciare gli appunti che hai preso oppure un testo che consultavi, se hai a disposizione più spazio ... c'è la mela morsicata. Se ti piace scattare qualche foto e sei un "social guy" fare qualche scatto con il Tab, ti fa sentire sicuramente meno sciocco che farlo con l'Ipad2 e la fotocamera del samsung è nettamente superiore. Oddio ho scritto tantissimo e avrei tanto altro da scrivere ma non voglio tediarti.
    Ciaooo

    RispondiElimina
  5. Tediami pure :) mandami una mail per "chiaccherare":) ci tengo! la mia è koral78 CHIOCCIOLA gmail.com
    Sto valutando il flyer..ho visto questi 2 video
    e avrei delle domande a cui mi piacerebbe ricevere risposta anche dal punto di vista tablettista del Custode. Sò che il flyer è anti-tablet come lo intendiamo in questo blog, ma oggi mi è balenata un'idea..ditemi se sbaglio..

    DOMANDA N.1

    Il flyer, se non ho capito male, realizza degli screenshot delle schermate con le annotazioni o dei pdf con annotazioni.
    Se prendo gli screenshot con le mie annotazioni fatte col flyer o i pdf annotati e li inserisco in Onenote..non dovrebbe essere capace di riconoscermi il testo che ho scritto?
    Se fosse così..sarebbe un buon risultato. Scrivo le note con qcosa di molto portabile e buon le archivio con riconoscimento della calligrafia in modo da poter fare la "ricerca" all'interno delle note con Onenote.
    Di sicuro non sarà adatto per note intense..tipo appunti a lezione, ma per note al volo magari si..sperando che funzioni il discorso con Onenote. Che ne dici Custode? potrebbe essere tecnicamente fattibile?

    DOMANDA N.2

    Da questi video qui sotto (il primo una bella presentazione e il secondo concentrato sulla "penna") mi chiedo..com'è possibile un tratto fine, la sensibilità alla pressione in uno schermo capacitivo? Non c'ho capito niente degli schermi? Il Custode ci ha sempre spiegato che tecnicamente non era possibile...o ho capito male?

    DOMANDA N.3

    Ho l'impressione che non rilevi il polso mentre si scrive..anche se ho il dubbio che stiano sempre a scrivere col polso per aria...non vi pare?
    Anche se così fosse...ho pensato che in un dispositivo con schermo a 7" è + semplice poggiare il polso sulla cornice dello schermo, piuttosto che in uno schermo da 10" o + grande,no? Non è il massimo della comodità ma è + fattibile,no?

    Vi ho stonato abbastanza la testa? :)
    Devo decidere entro una settimana..+ o meno..se è valido questo o il galaxy tab :)
    La portabilità è un vantaggissimo :)

    http://youtu.be/irlCmglHDeE


    http://www.youtube.com/watch?v=cs5PT8AN_Yg

    P.S. Richiesta che non c'entra niente...per caso qualcuno ha esperienze con i picoproiettori? Un altro acquisto che farei sarebbe quello...quelli della 3M mi sembrano validi..ovviamente ne faccio un uso casalingo non da perfezionista del video da cinema :) Ma per vedere film in maniera discreta proiettati a 50" invece del mio monitor/tv da 19" :)

    RispondiElimina
  6. Magari trasferitevi nel forum, partecipero' anche io alla vostra interessantissima discussione dato che anche io sto valutando l'acquisto dello flyer, che congiunge portabilita' e mobilita' (7 pollici stanno benissimo ovunque, dalla giacca al camice alla tasca interna di un giubbotto o di una borsa) alla tecnologia n-trig che scusatemi se e' poco! :)

    RispondiElimina
  7. tecnologia n-trig???quindi ha un digitalizzatore n-trig capacitivo? dove hai trovato questa notizia? fonte?
    vorrei provare a trasferirmi sul forum, ma...in che sezione dovrei aprire la discussione? ho provato a cercare quella adatta...altri tablet?

    RispondiElimina
  8. Si va benissimo altri tablet, magari la mettiamo anche in evidenza ed il nostro amico ci puo' erudire. Perche' anche io sono alla ricerca di qualcosa con android dato che comunque il pc gia' lo possiedo, e poi per il mio studio sarebbe molto piu' pratico uno strumento da 7 pollici in cui studiare slide, prendere piccole note ma che mi permetta di avere anche programmi e testi didattici sempre a portata di mano :)

    RispondiElimina
  9. Tra parentesi, mi son fatto un paio di conti e adoperando consegnato.com e con la versione che dovrebbe uscire settimana prossima (solo Wifi), al costo di 499$, piu' varie spese di spedizione, sarei comunque intorno ai 500 euro. L'unico problema e' il solito: e se poi si rompe, che garanzia ho? Devo rimandarlo in USA?

    RispondiElimina
  10. ho cominciato una discussione qui...
    http://www.tabletpc.it/forum/22_2065_1.html
    Spero contribuiate in tanti, ho bisogno di parlarne per chiarirmi le idee :)

    RispondiElimina
  11. @Miriael. Non saprei. A me il tablet serve essenzialmente a fare 3 cose:

    partecipare ad eventi dove prendo appunti -> li sbatto in word -> li mando ai colleghi che poi dovranno smazzarsi il lavoro connesso.

    fare presentazioni in cui mi aiuto con la penna, evitando di stordire tutti con un pointer che la metà delle volte non va.

    lavorare in mobilità usando suite per la office automation.

    Quali di queste 3 cose si riescono a fare con quello che hai oggi in borsa? La penna dell'HTC flyer mi pare già un grande passo avanti, ma finchè rimarrà un qualcosa per fare i disegnini più che per scrivere in word e la device non consentirà di collegarsi ad un proiettore o trasferire i dati su un supporto facilmente leggibile dai normali PC (chiavetta?) rimane ancora un oggetto più ludico/sociale che di lavoro.

    Ma magari mi sbaglio.

    RispondiElimina
  12. ragazzi io sto' per acquiistare Fujitsu T901
    così
    Intel Core i7-2620M 2.7GHz 4MB 1
    4 GB DDR3 1333 MHz PC3-10600 2
    DVD Super Multi (reader/writer) 1
    2nd Battery (10.8V, 3,800mAh) 1
    HDD SATA 500 GB 7.2k 1
    UMTS module Sierra Wireless Gobi 3000 1
    Intel Centrino 6205 802.11a\b\g\n (WW) 1
    Bluetooth V3.0 module 1
    2.0Mpixels camera 1
    Country Kit Int 1
    AC Adapter 19V/80W 1
    1st Battery 6cell 67Wh (6,200mAh) 1
    Power cable EU 1
    Keyboard black w/o TS IT 1
    License EU/MM – Windows 7 Professional 1
    Win7 Pro64 MAIN+Office2010s 1
    REC-DVD Win7 Professional 64 All MuLi 1
    REC-DVD 2 Win7 MAIN+Office2010s 1
    Drivers&Utility DVD (Win7) LIFEBOOK 1
    p.s. non gioco e non utilizzo applicazioni 3D
    (visto il costo)
    sto' per fare un importante investimento
    che mi dite?
    grazie

    RispondiElimina
  13. Marco, se vuoi aprire una discussione, chiedere consigli, richiedere opinioni, USA IL FORUM. Questo è un sito informativo, non uno spazio di dialogo.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.