il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

sabato 26 marzo 2011

The Eee Pad Story: poche storie, i Tablet PC sono superiori

Asus lancia l'Eee Pad Transformer, Tablet Computer Android, facendo una parodia di The Big Bang Theory. Ma il vero Sheldon usa i Tablet PC veri, e nessuno lo ha pagato per farlo.

Una scelta abbastanza insolita quella di Asus, che sceglie di pubblicizzare il suo nuovo dispositivo Android con una miniserie evidentemente copiata dalla serie americana The Big Bang Theory.



La scelta insolita diventa però ridicola per chi conosce il vero telefilm. Il protagonista Sheldon utilizza infatti un HP Compaq tc1100 (vedi l'articolo relativo), un Tablet PC vero uscito di produzione nel 2006 che sicuramente non ha avuto bisogno di spendere soldi per comparire in uno dei telefilm di maggior successo del momento.



Se Asus avesse messo la tastiera e la batteria sostituibile al suo Eee Slate EP121 forse non ci sarebbe stato bisogno di creare una miniserie-parodia. Il vero Sheldon avrebbe contaminato l'acqua dell'acquedotto di Pasadena pur di poter essere l'unico possessore di quel Tablet PC…
Purtroppo invece il nuovo EP121 non è in grado di reggere il confronto con i Tablet PC del 2005 e l'Eee Pad Transformer, privo di penna e di Windows, è ancora peggio. E così Sheldon, come me, resta ancorato al suo obsoleto, ma strepitoso ed ancora funzionale, Tablet PC.

13 commenti:

  1. Io non capisco perchè continui con questa esaltazione di Windows e della penna. A chi serve scrivere a mano su di uno schermo? La finalità del pc dovrebbe essere quella di eliminare la scrittura e dunque viva il touch screen con le dita oppure con lo stilo o con la tastiera bluetooth. Per quanto poi attiene al sistema operativo mi chiedo: che senso ha pagare un pc molti molti soldi solo perchè ha windows preinstallato? Mah...

    RispondiElimina
  2. Massimilano, io non ti conosco, ma studio informatica all' università, e se ripetessi la frase "la finalità del pc dovrebbe essere quella di eliminare la scrittura" provocherei un attacco cardiaco a metà dei miei professori.
    Tutto questo per dirti, prima di sparare la cazzata dell' anno, magari presentati sul forum, e poi, solamente POI, prova a capire su che sito sei finito :)

    RispondiElimina
  3. Eliminare la scrittura sarebbe un po' come perdere la capacità di disegnare...solo perché tanto c'è photoshop.
    A prescindere dalla tecnologia, non dovremmo perdere le capacità che hanno permesso la comunicazione. Credo.

    Vegan

    RispondiElimina
  4. Io invece non capisco perchè questa voglia di abbandonare la scrittura a mano.
    Certo, per molte cose è meglio una tastiera, fisica o su schermo, ma per moltissime altre scrivere a mano è comodo. Dannatamente comodo.

    La finalità di un PC non è quella di eliminare la scrittura, ma di semplificare il modo di lavorare. E per moltissime persone lavorare significa scrivere. Pensa a tutte le persone che lavorano nel campo matematico/fisico/statistico. Pensa ai disegnatori e agli artisti. Pensa ai docenti e agli studenti. Pensa ai commerciali che devono far firmare contratti in giro. Pensa agli ingegneri che devono far rilievi sul campo.

    Ma anche senza andare sul campo lavorativo... mi vengono in mente i bambini a cui faccio disegnare in ArtRage. O le mie amiche che mi rubano il tablet per fare disegni e schizzi.

    L'esaltazione non è solo della penna, ma di un prodotto completo che se voglio usare il touch mi fa usare il touch, se voglio usare la tastiera mi fa usare la tastiera e se voglio usare la penna mi fa usare le penna. Di un prodotto che mi permette di fare quello che voglio, dove voglio, quando voglio e se voglio, senza limitazioni.
    E per questo esalto Windows: certo non è il massimo ma al momento è l'unico sistema operativo che mi permette di fare quello che voglio in modo completo. Nessuna limitazione di codec, nessuna limitazione di applicazioni, nessuna limitazione di formati di file, nessuna limitazione di modalità di input.

    Non sono contrario ai dispositivi non-Tablet PC o Linux. Solo non accetto di essere castrato nelle mie potenzialità di essere umano, studente e lavoratore.

    RispondiElimina
  5. quelli che pensano che i tablet servano per non dover piu' scrivere a mano libera, in genere pensano che "i tablet" siano gli iPad.
    Il mio primo tablet l'ho comprato per studiare e prendere appunti durante le lezioni all'universita', direttamente sulle presentazioni fornite dai docenti.
    se non avessi potuto scrivere a mano libera, non mi sarebbe servito a un tubo.

    PS: e' un po' che non vedo TBBT ma, almeno nelle prime due stagioni, non ho mai visto Sheldon con un tablet...

    RispondiElimina
  6. Il mio punto di vista in merito è molto semplice:
    può essere che uno abbia determinate esigenze e cerchi nel mercato qualcosa in grado di soddisfarle, oppure può essere che uno non abbia esigenze o quasi e ascolti quello che propone il mericato in merito a una determinata cosa.
    Questa regola secondo me è valida in generale e quindi anche per il mercato dei tablet.
    Io ho conosciuto questo blog e l'esistenza dei tablet pc spinto da una mia esigenza di lavoro mista a curiosità. Altrimenti non ne avrei mai saputo niente. Chi ha di fatto promosso lo sviluppo di un interfaccia pensato per tablet è stata Microsoft (secondo me insieme a Palm), credo più per la spinta di Bill Gates che altro. Sparito lui (che nonostante tutto di idee buone ne ha avute diverse) e arrivato Ballmer il vento è cambiato. C'è da stupirsi? Io penso di no, Microsoft ha il 92% del mercato dei SO e prima dell'esplosione di Apple ben di più, dunque che gli frega di promuovere qualcosa? Con la tipica miopia di chi crede di essere invulnerabile spesso capita che dilapidino il loro know-how per pigrizia, indolenza ed errori di marketing. Tanto cosa cambia? Loro pensano che sia molto meglio lavorare a mantenere la loro quota di maggioranza del mercato mantenendo il settore di innovazione e svliluppo come una sorta di "divertissement". Non credo che la storia gli darà ragione alla lunga, ma ora possono permettersi di stare al balcone a guardare e vedere cosa succede. Poi se arrivano secondi cosa cambia per loro?
    Solo che a noi tablettisti fa specie vedere funzioni come l'inchiostro digitale che nessuno oltre a Microsoft ha sviliti e dimenticati. Quando saranno reinventati da Apple si griderà al miracolo... e noi verrà da ridere. O da piangere.
    Caro Massimiliano l'uso dei tablet di cui parli tu non è qualcosa che nasce dalle tue esigenze, è qualcosa che ti ha fatto conoscere Apple (o altri) e tu ti sei detto "hei, le dita funzionano meglio del mouse!". E' vero che per certe cose sono più comode ed intuitive, ma solo se usi un computer per surfare su internet e poco altro (o niente). Se usi un computer per fare qualcosa (non dico lavorare) come fai?
    Per scrivere usi una tastiera fisica o quella virtuale?
    In un tablet PC puoi usare lo stilo. Se sei un avvocato, uno psicoterapeuta, un ingegnere, un fisico, un artista, un publlicitario, un manager, uno studente lo sfrutterai appieno.
    Potrai prendere appunti, note, schizzi, disegni di tuo pugno, ecc... Se invece devi compilare documenti avrai una tastiera vera per farlo, immettendo testi e numeri in documenti e fogli di calcolo.
    Se disegni e fai fotoritocco o grafica cosa usi? Le dita?
    No, usi il mouse che è molto preciso, tavolette grafiche oppure pannelli con digitizer come quelli dei tablet in cui con lo stilo intervieni direttamente e con precisione sull'immagine stessa.
    Se monti filmati cosa fai, usi le dita? A parte Minority Report, se lo fai a un certo livello devi usare un mouse o lo stilo e la tastiera con relativi shortcut.
    I programmi di editing video dell'ipad sono geniali e ben costruiti ma pensati per un uso amatoriale.
    Ecco a cosa serve un vero tablet PC.
    Tutto qui.

    RispondiElimina
  7. Io non faccio guerre di religione. A mano scrivo da cani ed adoro il computer perchè se non esistesse (o se prima di lui non fosse esistita la macchina da scrivere) non avrei mai potuto fare l'avvocato. Per le mie esigenze Linux e le sue funzionalità di inchiostro digitale vanno benissimo.
    Non ho mai comprato un'IPAD e ritengo windows e la microsoft una dannazione per il mondo dell'informatica moderna.

    RispondiElimina
  8. Io uso lo stilo anche se non ho il digitalizzatore attivo. La tastiera wireless o bluetooth va benissimo (anche se devo ammettere che in treno è un pò scomoda).

    RispondiElimina
  9. @Massimiliano:

    Certo, dato che il computer lo usi come macchina da scrivere ti basta ooo4kids e sei a posto.

    Però ci sono altre persone, che hanno altre necessità, e il computer lo usano davvero, magari non solo per mandare una mail o controllare facebook.

    RispondiElimina
  10. Io lo uso per mandare mail (e facebook non mi sembra un'applicazione professionale per la quale valga la pena di spendere 1.700,00 euro!) ma per le mail francamente mi basta la tastiera virtuale. Comunque, come già, detto per me il senso del pc è unicamente quello di semplificarci il lavoro - svolgendo cioè da sè alcune delle attività che altrimenti dovremmo svolgere noi con maggiore fatica. Se devo usarlo per scrivere a mano preferisco la china....

    RispondiElimina
  11. Ciao, scusate la mia ignoranza ma io ho appena acquistato un Tablet Android 10'(NI Adam) e sono il tipo a cui piace usare la stilo se devo scrivere e usare le dita per sfogliare e toccare, allora ho scoperto su internet il sito N-Trig e in particolare la tecnologia DuoSense (penna elettrodinamica e/o pannello): mi spiegate in cosa consistono ? E soprattutto se il mio device le supporta essendo un tablet android (http://www.rss-notizie.it/article_n-trig_duosense_su_tablet_android__5189030.htm ),
    grazie Roberto

    RispondiElimina
  12. Ciao Massimiliano,
    se ne trovassi il tempo piacerebbe a me ma anche credo a molti altri utenti di questo blog che raccontassi la tua esperienza con linux, con quale distribuzione, con il tuo uso di tutti i giorni, con il riconoscimento di periferiche e pure scrittura... :)

    RispondiElimina
  13. @Roberto: i commenti servono a commentare l'articolo. Per domande o altro c'è il forum.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.