il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

sabato 8 gennaio 2011

Kno, il Tablet PC per studenti, finalmente recensito

Disponibili filmati e fotografie del Tablet PC educativo Kno, che si dimostra una macchina notevole ma decisamente enorme.

La prima recensione del Kno mette in mostra un Tablet PC molto ben progettato e facile da usare, capace di offrire allo studente la possibilità di studiare e prendere appunti con la penna con facilità grazie ad una interfaccia utente molto intuitiva e responsiva. Gli schermi da 14 pollici ad alto angolo di visuale e dotati di risoluzione 1440 x 900 pixel garantiscono un'area di lavoro vasta e una resa dell'immagine perfetta.
Il digitalizzatore, quasi sicuramente N-Trig, permette una esperienza di inchiostro digitale notevole unita a funzioni di esclusioni del polso dicharate come "molto buone".



Non si tratta, tuttavia, di un dispositivo perfetto: il peso e le dimensioni restano notevoli anche se, come evidenzia la casa produttrice, restano comunque di molto inferiori al peso dello zaino dello studente medio, che se dotato di Kno non ha bisogno d'altro. La scelta di un sistema operativo Linux, inoltre, comporta una riduzione notevole delle funzionalità rispetto ai Tablet PC con Windows 7: mancano infatti il riconoscimento della scrittura e soluzioni quali il Pannello Input Penna che permetterebbero l'uso del PC senza tastiera fisica o virtuale.



Per una estesa galleria di immagini e per la recensione completa in inglese, antate su Engadget.

10 commenti:

  1. La riduzione delle funzionalità di un tablet con linux rispetto ad uno con windows 7 è limitata al riconoscimento della scrittura(per ora) e poco altro...di contro un tablet con hdw compatibile con linux permette di ottenere livelli di personalizzazione del sistema, di riduzione delle esigenze del sistema operativo(con conseguente risparmio di batteria) che difficilmente sono raggiungibili usando un sistema microsoft...personalmente ritengo la vendita di un vero tablet con linux una cosa positiva, soprattutto perché potrebbe essere un incentivo a sviluppare funzionalità per tablet su questa piattaforma

    RispondiElimina
  2. il riconoscimento della scrittura... non è poca cosa. soprattutto per l'input matematico (studio ingegneria e l'adoro). per esempio anche la funzione di ricerca all'interno delle note di journal, e one note scritte a mano è meravigliosa e tutt'altro che trascurabile per uno studente.
    Sul fronte energetico la mia esperienza è questa: senza giocare con le impostazioni del sistema operativo: Sette batte ubutnu. perdendoci un po' di tempo a personalizare il risparmio energetico, non cambia la situazione. Sette mi da un'autonomia superiore.
    la personalizzazione del sistema... la supertaskbar è meravigliosa. e se sei uno studente... vuoi una cosa che funzioni bene rapidamente è il più comoda possibile... ho un tablet pc, ho provato ubuntu e sette... non ho alcun dubbio. Sette è superiore sotto tutti gli aspetti.
    Tuttavia, se sviluppassero una versione linux per tablet pc con e-ink (dei giochi con le dita non so che farmene anche se a volte potrebbero essere comodi), ne sarei felicissimo!
    In ogni caso, cosa fondamentale, dipende da che facoltà segue lo studente. Alla mia facoltà tutto il software è prevalentemente per windows. Altre facoltà, probabilmente preferirebbero altri sistemi.
    Piuttosto... fare schermi non a specchio? dal video pare riflettere molto quel monitor. Troppo secondo me.

    RispondiElimina
  3. a me un pò meraviglia la scelta ergonomica di uno schermo lucido, quando è un dato di fatto che gli studenti devono passare molte ore sui libri(in questo caso digitali)e i riflessi costituiscono fonte di affaticamento visivo!!..condizione aggravata da un possibile eccessivo contrasto e/o distanza dal monitor..bho!?!?

    RispondiElimina
  4. su linux ci sono programmi per la tastiera virtuale anche abbastanza comodi :) manca un riconoscimento testo decente

    RispondiElimina
  5. Io anche ho provato il sistema di riconoscimento della scrittura, anche per formule matematiche(studio fisica) e, almeno per la mia esperienza(non ho una bella grafia), non è ancora ad un livello tale da rappresentare un elemento indispensabile(anche se è comodo): i miei appunti presi a lezione non vengono riconosciuti troppo bene(per correggerli ci metto quasi quanto a copiarli) e ancora se decido de riscriverli "per bene" preferisco il caro e vecchio latex...per quanto riguarda l'autonomia la mia esperienza mi dice che una distribuzione di linux ben ottimizzata da ottimi risultati(con il notebook lavoro sempre con la cpu a clock minimo e non ho praticamente mai accessi al disco: risultato circa un ora in più rispetto alle 3 di xp e 7 e alle 2,5 di vista)...per quanto riguarda la personalizzazione io mi riferivo ad aspetti più "profondi" della taskbar(della quale su linux trovi delle imitazioni un po' più bruttine ma comunque funzionali). Per esempio il mio tablet(fujitsu stylistic 5012) ha un accellerometro per proteggere il disco, con windows non riesco a sfruttarlo per ruotare lo schermo, con linux si(e mi sono accorto che è una funzione abbastanza inutile), o ancora la modularità di linux mi permette di usare il secondo tasto della penna in modi diversi a seconda del programma(seconda gomma su xornal e scrol su firefox ad esempio)...ciò non toglie che ancora windows sia assolutamente superiore per un tablet, dico solo che la produzione di tablet linux non può che portare ad una evoluzione dei programmi e delle funzionalità di linux in questo campo e questo non è che bene perchè aumenta la possibilità di scelta(al contrario di microsoft che è una grande azienda e può "regalare" programmatori per sviluppare anche funzioni poco richieste i programmi per linux nascono grazie all'interesse diretto di comunità di appassionati).

    RispondiElimina
  6. Bè Martins... ma linux ha un corrispondente per onenote 2010? E per pdf annotator? Se non li ha, il gap non è solo "il riconoscimento della scrittura", ma anche un gap software. Se invece li ha...dimmelo che pianto una distro in 25 secondi da linuxaro convinto :D

    RispondiElimina
  7. @Piso: wine. onenote 2010 sotto wine gira bene, e penso anche pd annotator. purtroppo One note è un software unico come idea e funzioni e non ne ho trovato alcuno simile. forse il più vicino potrebbe essere evernote (se non l'ho sbagliato a scrivere) tuttavia... quello che rende onenote ottimo è che sotto windows hai il riconoscimento della grafia, e la ricerca nel testo scritto a mano. Non so poi se la registrazione audio sincronizzata con gli appunti funzioni sotto wine.

    RispondiElimina
  8. xornal ha funzioni abbastanza simili a onenote e a pdf annotator...anche se meno avanzate...onenote con wine funziona abbastanza bene(la registrazione audio non l'ho mai provata ma appena la provo vi farò sapere)

    RispondiElimina
  9. beh, una cosa che per ora non è stata valutata da nessuno: se il digitizer è N-trig, non dovrebbe essere molto difficile installare 7.no?

    RispondiElimina
  10. @ventu: dipende dal processore... comunque col doppio schermo servirebbe quantomeno un interfaccia particolare.

    @biru: sì ma con wine la cpu fa più fatica... poi sì che vedi l'autonomia crollare :P

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.