il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

martedì 25 gennaio 2011

HP EliteBook 2740p: prime riflessioni

L'HP EliteBook 2740p è un Tablet PC decisamente particolare, che unisce elementi di estrema eccellenza a mancanze notevoli. Dopo due settimane di uso intenso, ecco i primi pensieri su questo Tablet PC professionale:

COSE CHE ADORO

- Lo schermo a filo con la cornice. Scrivere a penna sull'HP EliteBook 2740p è decisamente piacevole: grazie al digitalizzatore Wacom il polso si può appoggiare senza preoccupazioni ma grazie alla cornice perfettamente a filo con lo schermo si sperimenta una piacevolezza di scrittura che avevo trovato solo sul mio HP tc1100. Particolarmente piacevole è inoltre il centimetro di "bordo" che circonda il pannello LCD e che crea una certa distanza tra schermo e cornice.

- il sensore di luminosità ambientale. È un accessorio presente su moltissimi Tablet PC professionali ma questo è decisamente degno di nota, in quanto fa il suo lavoro perfettamente, garantendo sempre la luminosità giusta allo schermo e modificando la luminosità in modo graduale e delicato, senza cambi improvvisi. La mancanza di cambi improvvisi permette anche di mettere in ombra il sensore per errore, ad esempio posizionandoci sopra un dito o il polso, senza che la luminosità venga stravolta e lo schermo diventi illeggibile.

- il disco SSD. La velocità che il solo disco fornisce al sistema è impressionante: il 2740p che sto recensendo ha di fatto le stesse caratteristiche tecniche del T730 che ho appena finito di recensire ma la presenza del disco SSD al posto del disco rotante a 7200 gpm garantisce una velocità finale del sistema enormemente superiore, che da spento diventa operativo in venti secondi esatti. Con questa velocità l'ibernazione perde molto del suo significato, così come perdono significato le funzionalità QuickLook e QuickWeb: se si può avere un sistema operativo completo in un manciata di secondi non ha senso usare quello ridotto.

COSE CHE MI PIACCIONO

- i piccoli particolari: la luce per la tastiera è effettivamente molto comoda; la rotellina laterale permette una più veloce navigazione senza penna o multitocco, ...

- Le dimensioni compatte: non è microscopico ma è comunque decisamente piccolo e portabile e si inserisce ovunque.

- la parte software. Le applicazioni marchiate HP sono decisamente ben fatte, la grafica è estremamente curata ed in generale sono decisamente "a prova di idiota": l'utente viene seguito passo per passo e la configurazione delle funzionalità è immediata.

- il lettore di impronte digitali posto sul lato dello schermo e non sulla cornice. Si tratta in definitiva di una posizione molto più comoda ed accessibile con maggiore facilità in ogni situazione e posizione.

- l'estetica: di certo non è il tc1100 od il Dell Latitude XT ma è un PC veramente bello.

- la batteria è garantita tre anni

COSE CHE MI LASCIANO PERPLESSO

- la luminosità dello schermo, che stranamente non si può abbassare sotto una certa soglia. In ambienti completamente bui la luminosità minima può essere eccessiva.

- il sistema operativo è a 32bit

- la rumorosità. Il sistema di raffreddamento, complice anche la scocca in magnesio, fa un ottimo lavoro ma basta mettere la scheda video sotto sforzo anche minimo che la ventola si fa sentire. Non si tratta di nulla di sconvolgente ma in ambienti silenziosi o durante la visione di filmati si nota abbastanza.

COSE CHE DECISAMENTE NON MI PIACCIONO

- la mancanza di porte: il jack audio è unico e non permette di usare contemporaneamente la maggior parte delle cuffie e microfoni; l'unica uscita video è la VGA; manca l'alloggiamento per ExpressCard.

- la resistenza strutturale sembra ridotta. Sottoposto a minime pressioni o torsioni questo Tablet PC, che pure dovrebbe rispondere a specifiche di resistenza militari, presenta diversi scricchiolii e si nota un non perfetto combaciare ed aggancio tra di loro dei pezzi che compongono la scocca.
Inoltre, se si preme sullo schermo che tecnicamente è in grado di resistere a pressioni maggiori di 130 kg, si possono vedere i pixel modificarsi leggermente.
È assurdo a dirsi ma l'impressione generale di solidità è inferiore a quella offerta dall'HP Touchsmart tm2-2101sl.

- il tasto laterale della penna non è rialzato: è impossibile capire con il solo tatto dove sia posizionato e quindi in molte occasioni bisogna guardare la penna per usare il tasto laterale.

Rispetto all'HP tc1100, si tratta di un Tablet PC ridicolo sotto molti aspetti. Senza considerare la forma convertibile che non risulta così funzionale quanto la forma ibrida, si nota in particolare:

- la mancanza dei tasti funzione (è presente solo il tasto "ESC" e quello per ruotare lo schermo) che riduce di molto la possibile esperienza d'uso (non è presente nemmeno un tasto dedicato al Qmenu, la finestra di lancio veloce di applicazioni e funzionalità, che quindi deve essere recuperata come una qualsiasi applicazione e di conseguenza perde molta della sua comodità);
- i tasti e la rotellina di scorrimento risultano inoltre coperti nel momento in cui si usa il Tablet PC come un normale laptop, impedendone l'uso se non in modalità convertita
- la mancanza di una stazione di ancoraggio che tenga il Tablet PC in posizione rialzata

1 commento:

  1. Volevo solo aggiungere che sul modello che ho io, il lettore di Express Card da 34mm si trova sotto il lettore di SD Card e la "rotellina" laterale a bordo dello schermo può essere anche premuta funzionando da tasto Invio

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.