il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

giovedì 30 dicembre 2010

Tablet PC 2010: riguardando all'anno passato

Tra poche ore inizierà il 2011 e si concluderà il 2010, che doveva essere l'anno dei Tablet PC. Le cose sono andate un po' diversamente.

Come avevo previsto (2010: l'anno dei tablet? Sicuramente, ma non dei PC), ma si trattava di una previsione facile da fare, i Tablet PC, quelli veri, sono stati considerati dispositivi di nicchia anche durante il 2010. L'iPad, privo di penna e dotato di sistema operativo iOS anziché di Mac OS, ha mobilitato l'attenzione del pubblico, e di molti produttori interessati solo a copiare senza innovare, verso dispositivi dotati di schermo capacitivo e di sistema operativo ridotto ed il mercato si è riempito di telefoni tablet, lettori di libri tablet, navigatori satellitari tablet, frigoriferi con tablet integrato, orologi tablet e stranistumentidestinatianavigazioneinrete tablet, ma non di Tablet PC.

La quasi totalità dei dispositivi Tablet PC, quelli veri, presentati nel 2010 è un semplice aggiornamento dei modelli esistenti nel 2009 e nel 2008. I molti pseudo Tablet PC (dico "pseudo" in quanto non dotati di penna) o Touch Tablet PC che dir si voglia presentati e venduti negli ultimi mesi hanno provato a mettersi in mostra con risultati per lo più miserrimi a causa di un sistema operativo, Windows 7, non adatto ad essere utilizzato con le dita e di un processore, l'Intel Atom, ancora incapace di offrire prestazioni sufficienti ad una esperienza utente veramente soddisfacente.
Il 2010, che doveva essere l'anno dei Tablet PC, è diventato l'anno dell'Apple iPad e si è contraddistinto per una involuzione della piattaforma tablet che si è ritrovata dotata di funzionalità, potenzialità e potenza estremamente ridotte rispetto agli anni passati.



Ma il 2010 non è stato un anno disastroso per i Tablet PC, al contrario. Il 2010 è stato l'anno in cui, per la prima volta dal 2001, anno in cui Bill Gates ha presentato i suoi Tablet PC, quelli veri, il pubblico, la vasta massa, si è accorta dell'esistenza di questi dispositivi (anche se non ha ancora la minima idea delle loro potenzialità). È stato l'anno in cui nei negozi più forniti erano presenti in esposizione anche tre Tablet PC contemporaneamente. È stato l'anno in cui il Tablet PC Italico e Tablet PC Italia si sono fusi dando vita a un sito maggiormente visibile e, presto, completamente rinnovato.


Il 2010 non è stato un anno disastroso, ma non è stato nemmeno un buon anno. È stato un anno male sfruttato, un anno gestito al di sotto delle sue potenzialità. I Touch Tablet PC sono il perfetto esempio di cosa è stato il 2010 nell'ambito dei Tablet PC: strapieni di potenzialità, castrati per ignoranza. E il risultato finale è un misero risultato incapace di competere anche con prodotti inferiori.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.