il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

giovedì 2 dicembre 2010

I Tablet PC hanno successo, se solo vengono messi in mostra

Jessica, la studentessa romana che ha ricevuto il T900 all'interno del progetto Fujitsu Lifebook4Life, mostra le modalità di utilizzo evidenziando l'interesse del mondo verso questi dispositivi.

Come scrive nel suo post pubblicato sul blog di Lifebook4Life della sua esperienza come promoter Edison:

"Ieri ho passato quasi tutto il giorno all'info point e potevamo usare un portatile per dare informazioni e mostrare alcuni grafici alle persone che visitavano lo stand, posizionato nella piazza principale di Rieti. Improvvisamente ho pensato che sarebbe stato meglio per me usare il mio Lifebook per mostrare alle persone i documenti e le presentazioni, così ho chiesto di poterlo fare e ho usato il Tablet PC tutto il tempo.

E' stato veramente divertente: le persone erano interessate più al mio Lifebook che non alle informazioni che io stavo dando loro. Mi sono sentita molto professionale."


L'esperienza di Jessica evidenzia una cosa che io stesso ho più volte sperimentato dal vivo e scritto su questo sito: i Tablet PC interessano alla gente. I Tablet PC interessano, incuriosiscono, e sono dotati di molte funzionalità (quelle legate alla penna) di cui le persone ignorano l'esistenza e la qualità.
I Tablet PC interessano alla gente, il problema è che nella quasi totalità dei casi la gente non sa della loro esistenza.



La visibilità dei Tablet PC è un fattore importante per il loro successo: non conta tanto la pubblicità su giornali e riviste quanto la loro effettiva visione. Se HP desse un tm2 ad ogni promoter che viene inviato nei centri commerciali, se Fujitsu e Dell dessero un T900 o un XT2 ad ogni rappresentante presente alla SMAU o ad una qualche fiera, con l'istruzione precisa di usare la penna il più possibile... gli iPad ed i dispositivi Android presenti negli altri stand farebbero veramente una magra figura.

2 commenti:

  1. Concordo perfettamente. Anche per esperienza personale...io ho immaginato che potessero esistere dispositivi come i tablet, ma prima di un paio di mesi fa non ne ero a conoscenza. E così ora a distanza di tre mesi che frequento questo forum ora sono in un possesso di un bel tm2 che mi sta dando grandi soddisfazioni!

    Giovanni - HP TM2-2000el

    RispondiElimina
  2. Quoto.
    Anche io ho sperato che esistessero dei prodotti che integrassero la tavoletta grafica sul monitor....ed ho scoperto i tablet.

    Poi ci ho sbavato per anni, senza potermi permettere i prezzi astrusi di un paio di anni fa.

    Poi l'ho acquistato e ho confermato tutte le mie aspettative, combattendo in casa con un fan-boy Apple che invece lodava l' (allora novità) iPad.

    E la questione è che Apple ha portato il concetto di touch sul mercato, mostrando l'interazione con lo schermo.... e tutti "OooooOh!!"
    Ma nessuno va oltre.... perché nessuno conosce le tavolette grafiche. O concepisce a malapena quelle.

    Ma si sbalordiscono e sbavano tutti quando gli mostro il mio notebook:

    touch, multitouch
    penna con OneNote, poi con ArtRage
    convertibile (ho visto svenire gente dall'emozione ^_^)
    (optional ^_^) lettore impronte digitali e telecomando

    Tutti convengono che l'iPad non regge in confronto.

    Ma 7 su 10 dicono "iPad" o "Apple" quando glieli mostro.

    C'è ignoranza e, come detto in un altro post, le aziende stanno cercando intanto di giocarsi questa 'ignoranza' spremendoci sul touch, per poi passare chissà quando a sbalordirci (e spremerci di nuovo) con la penna.

    Tantopiù che oramai la parola tablet NON E' PIU' associata al digitalizzatore stylus..... la gente manco pensa ad una penna quando immagina un tablet....

    Sto comunque diffondendo il vangelo XD

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.