il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

domenica 12 dicembre 2010

I bambini sono sempre una sorpresa, anche quando hanno in mano un Tablet PC

Oggi ho portato per la prima volta il Tablet PC T730 che Fujitsu mi ha inviato in prova all'interno della comunità per minori dove faccio il volontario e lo ho messo in mano ai bambini (uno per volta e sotto attentissima supervisione).

Abituati al "semplice" HP tc1100 con cui generalmente li faccio giocare (ArtRage domina le loro richieste) mi aspettavo che rimanessero esaltati dalle funzionalità multitocco e dal pacchetto Microsoft Touch Pack per Windows 7. Mi sbagliavo di grosso.

La possibilità di usare le dita è stata accolta prima come una novità interessante ma, nel giro di pochissimi minuti, è stata totalmente ignorata. Anzichè disegnare con le dita, i bambini più piccoli richiedevano la penna. I bambini più grandi, interessati a giochi meno infantili come gli scacchi, preferivano la penna alle dita per muovere le pedine.



Non mi sarei mai aspettato che la penna potesse risultare più gradita, però così è stato. Forse nelle scuole elementari la diffusione dell'iPhone e dell'iPod Touch è ancora relativamente ristretta e loro, abituati al Nintendo DS, sono più portati all'uso della penna. Forse è stata solo abitudine dopo anni passati a giocare con la penna del mio tc1100. Non ho capito le ragioni della loro scelta, ma in qualche modo l'ho trovata interessante.

3 commenti:

  1. Meno male che ci sono i bambini...

    RispondiElimina
  2. forse l'usare la penna li fa sentire più "grandi" perchè nn vedono più il pc come giocattolo ma come strumento professionale, che nn usa le dita ma la penna appunto...

    RispondiElimina
  3. I bambini la pensano come me.
    Io ho sempre patteggiato per la penna e per i tablet convertibili.
    La penna è l'innovazione, l'interfaccia veramente innovativa.
    Il touch è solo uno specchietto per le allodole, o comunque va bene su dispositivi dove la portabilità ha più priorità dell'usabilità (e quindi si preferisce il touch ad una 'ingombrante' penna).

    Il touch ha veramente poca utilità, poca applicazione nel quotidiano, e non è 'universale'.
    Sul mio TX2 per esempio....
    Se uso il touch è per selezionare l'utente di accesso a Windows, oppure per scrollare una pagina (dove il touch ha una vera ragione di esistere), oppure per zoomare.

    Per il resto è scomodissimo:
    è faticoso, non si può pensare di scriverci o disegnarci, o di usarlo per un puntamento preciso.
    E' utile solo nei sopracitati casi (o quando sono pigro e non voglio usare il trackpad per cliccare un link) e quando gioco con gli amici al "Gioco delle differenze".

    D'altro canto una stylus pen è mooooolto più comoda.
    Ci scrivi, ci disegni, ci scrolli, ci navighi, ci muovi i file, le finestre, le ridimensioni, tutto con una buona precisione.


    I bambini, ancora privi di schemi mentali e colmi di creatività, riconoscono subito qual'è la vera novità, il vero "giochino".

    A livello consumer il touch imho è solo un rallentamento (allungando il brodo) del progresso per spillare soldi agli utonti. Ha senso solo su smartphone e apparecchi più modesti.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.