il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

giovedì 14 ottobre 2010

Tablet PC Day, una iniziativa fallimentare?

Scarsissima la risposta al Tablet PC Day, che sarebbe dovuto essere il primo incontro tra possessori di Tablet PC in otto anni: sei persone interessate, nessuno è possessore di Tablet PC. Ma non è stata persa solo una occasione di incontro: è stata persa l'occasione di vedere dal vivo i migliori modelli e quelli non ancora in vendita in Europa.

Non si può certo parlare di successo: se erano pochissime le persone che hanno dimostrato interesse, ancora meno sono quelle che hanno voluto esserci. Numeri ristretti, meno di dieci persone, che hanno impedito di concludere alcuni interessanti accordi con i principali produttori di Tablet PC, che pure avevano segnalato l'interesse a partecipare all'incontro con i loro dispositivi, tra cui alcuni modelli ancora non in vendita o visionabili solo in fotografia.

Un fallimento che sembra confermare quello che i produttori ripetono da anni: non ha senso investire nella pubblicità o nella diffusione, in quanto i Tablet PC non interessano se non pochissimi che, se li vogliono, riescono a trovarli.
A guardare le statistiche, il venti percento dei visitatori abituali di questo sito arrivano da Milano. Si tratta di alcune migliaia di persone: il fatto che tra queste migliaia solo sei si siano dimostrate interessate all'iniziativa mi sconcerta e mi porta a chiedervi il perchè (commentate!).



Le persone che hanno dichiarato il loro interesse sono state contattate e, in ogni caso, un incontro ci sarà, anche se a questo punto sarà molto informale e dedicato a rispondere alle loro singole necessità e curiosità. Per tutti gli altri ci sarà l'incontro del prossimo anno, sperando che riesca ad ottenere maggiore successo e a suscitare maggiore interesse.

19 commenti:

  1. "Un fallimento che sembra confermare quello che i produttori ripetono da anni:"
    Non sono proprio d'accordo. Io abito in una provincia adiacente a quella di Milano e il motivo per cui non ho espresso interesse in questo incontro è che capita nel bel mezzo del periodo delle lezioni/esami universitari, per cui non ne ho veramente il tempo. I tablet PC interessano principalmente a studenti universitari e professionisti; si trata di gente che lavora e, ora come ora, è tempo di lavorare in quanto l'anno accademico e l'anno lavorativo sono iniziati. Però questa è solo la mia opinione personale :-)

    RispondiElimina
  2. La cosa era stata organizzata venerdì sera anche per venire incontro a queste esigenze: sabato sera sarebbe stato assurdo, mentre all'interno della settimana sarebbe stato difficilmente proponibile, proprio per via degli impegni di gente che lavora spesso non a Milano. Evidentemente non è bastato.

    Se si vogliono escludere i periodi di lezione ed esame, però, resta solo agosto (in Cattolica ad esempio abbiamo esami a settembre, gennaio, febbraio, giugno e luglio mentre le lezioni sono ottobre, novembre, dicembre, marzo, aprile e maggio). A tuo parere in che periodo sarebbe stato meglio organizzare la cosa, e in che periodo sarebbe da organizzare per i prossimi anni?

    RispondiElimina
  3. Devo dare atto che, a mio avviso, Giovanni ha centrato in pieno il problema. Gli utilizzatori di tablet pc sono prevalentemente studenti o professionisti. Avevo intenzione di scrivere un commento come quello espresso da Giovanni ma, per problemi di lavoro, stamani non ero riuscito a farlo. E' questa è la riprova che trovare una mezza giornata da dedicare ad un incontro del genere (in una data ben precisa che sia venerdì, sabato, domenica o mercoledì non cambia niente) è veramente molto difficile.

    RispondiElimina
  4. Io sono uno studente universitario e sono intenzionato ad acquistare un tablet pc convertibile da usare per prendere appunti. A me sarebbe interessat una giornata del genere e anche se sono di Torino sarei venuto volentieri a Milano, a patto di poter provare in prima persona i dispositivi, anche perchè quelli che ho provato finora nelle catene mi hanno deluso non poco in fatto di scrittura a mano.
    Detto questo secondo me l'insuccesso dell'iniziativa è dovuto al fatto che molta gente non li conosce neppure i tablet pc: anche all'interno delle università (dove a mio parer, se funzionano bene, sono uno strumento geniale) il loro uso è molto limitato (al Poli di Torino non ne ho ancora visto uno); addirittura la maggior parte delle persone non ne conosce neanche l'esistenza e sono tutti legati al vecchio e caro foglio di carta. Poi però si vedono code chilometriche per aggiudicarsi l'ipad solo perchè ha la mela stampata sopra (un dispositivo a mio parere che non riesce ad andare oltre al giocatollino bello per chi di computer non ne capisce un accidenti). In più un conto è se c'erano le case produttrici, ma i singoli possessori di tablet un tablet ce l'hanno già e nn hanno nessun interesse a perdere tempo per farlo vedere ad altri.
    Ecco perchè secondo me questa interessante giornata non ha avuto successo.

    RispondiElimina
  5. Io posseggo un tablet (ASUS R1E) da 3 anni per uso professionale e di studio ed è da allora che ti seguo con interesse. Avrei voluto poter partecipare all'evento per vedere le novità, raccontare la mia esperienza, confrontarmi con altri tablettisti; sembra che i tablet stiano per esplodere dovunque, sto mordendo il freno perchè devo cambiare il mio e non so che pesci pigliare; per questo un evento come quello prospettato mi era utilissimo... ma lavoro, distanza, famiglia non lo permettono. la prossima volta però... Non perdere le speranze! Ci siamo e siamo i tanti!

    RispondiElimina
  6. Sicuramente la scelta del venerdì (all'interno cmq di una mensilità lavorativa come quella di ottobre) è stata scelta giusta ed oculata.

    A mio avviso l'ideale sarebbe fissare l'incontro appena prima dell'inizio di un semestre di lezioni (il che la scelta di un acquisto servirebbe proprio in vista delle lezioni) oppure appena prima dell'inizio dell'anno accademico. Quindi settembre oppure febbraio-marzo. Tra le 2 sicuramente la migliore è settembre. è vero che si tratta cmq di un mese di esami ma secondo me per questa iniziativa è da evitare la sovrapposizione con le lezioni e non tanto con gli esami. Per gli studenti di facoltà scientifiche lezioni=laboratori=dalle 8 di mattina alle 18:00 di sera in dipartimento magari per 2 settimane filate; poi 1 settimana di pausa e poi altro giro con un altro corso di laboratorio. Mentre gli esami te li puoi gestire (in settembre cmq 2 o 3 appelli di uno stesso esame ci sono) le lezioni no; ogni corso/laboratorio si svolge 1 volta all'anno e se lo perdi, si passa all'anno dopo.

    Per me un venerdì di settembre è l'ideale per un incontro così.

    RispondiElimina
  7. Potremmo essere in tantissimi solo se ci facessero pagare un convertibile non a peso d'oro.
    Come esempio posso portarvi il tm2 che è stato definito economico.
    Economico? quasi 900 euro di computer ed abbiamo il coraggio di dire che è economico.
    Capisco pure le possibilità che può dare un tablet ma, se riflettendo, mi accorgo che un computer con le stesse potenzialità del tm2 lo vendono a 500 euro e, per il solo fatto di essere un tablet, per il tm2 devo dargli 400 euro in più mi sento preso un po in giro e del tablet ne faccio a meno.
    Secondo me apple puo insegnare , a tal proposito, a tutti questi produttori tanto perchè, in barba a vincoli mentali ed "affaristici", ha portato alcune tecnologie alla portata di tutti non relegandole ad esclusive tecnologie d'elite professionali o non.

    RispondiElimina
  8. Io la mia disponibilità l'avevo data, più di questo col casino che c'è nell'università in questi giorni non potevo proprio farlo...
    Mi dispiace tantissimo,
    però nell'epoca dell'indifferenza digitale c'era da aspettarselo, Custode non preoccuparti, quello che non ha fegato di condividere almeno una minima parte di se stesso e del proprio tempo non sei tu,
    nè quelli che hanno dato la loro disponibilità...
    Continuiamo così, prima o poi si farà...
    Io ci spero...

    RispondiElimina
  9. Anche se poi siete in 3 o 4 a discutere di tablet con una birra in mano... non sara' un fallimento.

    Sara' una bella serata tra persone che sicuramente hanno parecchio da condividere sul tema. Il numero di persone non e' importante.

    Poi magari Tablet PC Day seguente ci saranno 10 pesrone...

    I forum, tra l'altro, iniziano cosi :)

    RispondiElimina
  10. Che devo dire? sto in veneto, non è una scusa, ma considerato questo e che "tengo" famiglia con figlia di 8 mesi e lavoro, più scuola di specializzazione nei weekend...
    Mi piacerebbe moltissimo, non è tanto per dire, vorrei vedere altri tablet all'opera e questa potrebbe essere l'unica occasione per farlo.
    Ma questo è un periodo blindato per me...
    verso l'estate sarebbe meglio, ovvimaente capisco che fare collimare le esigenze di tutti e anche di un expo nazionale non è possibile, ma questo non significa che non c'è interesse ma solo pochissimo tempo (almeno per me).
    @ Custode
    Che poi è lo stesso motivo per cui non sono ancora riuscito a scriverti del Panasonic CF C1 come ti avevo promesso, ma pian piano sto cominciando. Finora sono stato blindato!

    RispondiElimina
  11. Io sto per acquistare il mio primo tablet pc e sono sostanzialmente deciso, salvo l’uscita di nuovi modelli più appetibili con le caratteristiche a me necessarie, all’acquisto del fujitsu T900 doppio digitalizzatore da utilizzare per lavoro e tempo libero. Mi avrebbe fatto enormemente piacere oltre che sicuramente utile partecipare all’incontro e poter vedere e provare sia il modello da me scelto che altri modelli di cui ho molto sentito parlare ma mai visti dal vero. Penso che l’iniziativa, ritengo unica nel suo genere finora, poteva/può ESSERE ECCEZIONALE. Il problema della partecipazione per me che abito in ancona è che alla fine dell’evento per il ritorno a casa mi occorrono 5-6 ore di viaggio tra metro e treni. Abitando vicino milano la partecipazione sarebbe stata fuori dicussione.

    RispondiElimina
  12. Io sono di Torino, e il motivo principale per cui non sono venuto è stato proprio la distanza. In più avendo comprato da poco un tablet sono tra i frequentatori del sito meno interessati. Posso intuire che i più interessati ad un incontro siano i non-possessori, seguiti forse da tablettisti con pc di qualche anno...

    Un' idea secondo me può essere quella di unirsi ad un altro evento con più "risonanza", collaudato almeno da qualche anno, come il LinuxDay (anche se è una fusione con pochi punti in comune...forse la provocazione allo sviluppo di un inchiostro open source?);6 persone interessate ,più un centinaio che capitano per sbaglio sono un bel risultato.

    RispondiElimina
  13. Ciao, anch'io per problemi di distanza (Verona) non ho potuto partecipare, ci avevo pensato, avevo anche cominciato a preparare un po dei miei tablet, ma mille impegni mi hanno fatto desistere... rifacciamolo più avanti, per me il momento migliore è a inizio anno, vedi un po tu..

    RispondiElimina
  14. Ciao, Anche io avevo dato la mia disponibilità: ma impegni lavorativi mi sono dovuto spostare perciò per me è fisicamente impossibile essere dei vostri.
    Il mio gioiellino è uno splendido HP 2740p, devo ammettere che da molte soddisfazioni!

    RispondiElimina
  15. Io avevo evitato di dare disponibilità, perchè sapevo che difficilmente sarei riuscito ad esserci. vivo in provincia di treviso, e tra inizio corsi, sistemazione dell'appartamento (a padova) mi era veramente difficile poterci essere. il problema del quando fare un ritrovo così, non è certo nè semplice, nè banale. Penso che come data alla fine non sia stata sbagliata. Visto che tutti hanno impegni, ed è impossibile mettere tutti d'accordo. Tuttavia, sarebbe stato meglio in settembre, prima dell'inizio dei corsi, in modo tale che eventuali studenti interessati venendo, avrebbero potuto iniziare l'anno con questi prodotti.

    Devo dire però una cosa. Ho iniziato i corsi ed uso solo ed esclusivamente il tablet (2730p). La cosa che mi ha lasciato veramente perplesso è che nessuno dei miei compagni di corso ha chiesto informazioni a riguardo. (e non ho la faccia di un demone pronto a sbranare chiunque gli chieda qualcosa)

    Se quindi in molti non sono interessati nemmeno di fronte all'oggetto... non saprei proprio in che modo farlo conoscere! (poi però penso che si mettano a sbavare di fronte all'ipad... visto che di iphone vari e ipod ne ho visti un sacco in aula... ma forse una cosa utile non attira?)

    RispondiElimina
  16. io sarei venuto se fosse stato all'interno dello SMAU... trovarmi in un bar per far vedere il mio tm2... lo trovo poco allettante... che ci sarebbero stati prodotti nuovi ce lo dici ora? Inoltre voglio essere schietto e sincero... mi spiace dirtelo ma il tuo scarso carisma e quella punta di acidità che a volte metti nel forum o qui di sicuro non ha aiutato...

    RispondiElimina
  17. Alessandro concordo con la tua ultima affermazione. Il Custode é sicuramente un "maestro" sui tablet pc ma non è certo il massimo per quanto riguarda le "pubbliche relazioni" (ed adesso vedrai come risponde a questa mia affermazione, essendo abbituato solo ai complimenti ed avendo scarsa dimistichezza con le critiche che vogliono essere costruttive, minimo minimo mi inibisce l'accesso al suo sito)

    RispondiElimina
  18. Winny: non blocco nessuno (troll a parte) e ognuno può dire quello che vuole (se lo dice in modo civile e non commette atti illegali nel farlo). So bene che a volte non sono il massimo della gentilezza quando mi trovo in questo sito, ma spesso non posso permettermi di essere gentile. Gestire questo sito non è il mio lavoro principale, sono uno studente laureando estremamente preso in altre attività, e purtroppo non posso dedicare tutta la giornata o anche solo il tempo che vorrei a questo sito, quindi con il tempo e l'aumentare dei visitatori ho dovuto stabilire poche e chiare regole, dato che troppe persone abusavano della mia disponibiltà tempestandomi di domande la cui risposta era facilmente rintracciabile sul sito o utilizzando lo strumento dei commenti a mo' di forum o mezzo per comunicare con me (e rendendo così il sito un enorme casino in preda all'anarchia). Su questo sito non devo essere gentile, devo essere l'amministratore: sono duro con chi non si comporta in modo corretto e con chi si comporta in modo civile rispettando le pochissime regole, dedico con piacere il mio tempo e le mie conoscenze.
    Riguardo alle critiche, in particolare se costruttive, sono sempre aperto (certo vanno fatte utilizzando gli strumenti adeguati e non i commenti: i commenti servono a commentare l'articolo, per il resto c'è il forum o la posta elettronica) ed anzi le incentivo, in quanto sono strumenti fondamentali per comprendere le vostre esigenze e come migliorare il sito.

    Alessandro: non lo ho certo detto ora. Le persone che hanno segnalato la loro disponibilità a partecipare sono state contattate singolarmente e infatti gli incontri ci sono stati, sia durante la fiera che durante la serata. Due settimane fa sono stati inviati messaggi via mail e Facebook a tutte le persone che avevano segnalato anche solo interesse per la cosa e nei giorni seguenti si sono decisi incontri individuali e di gruppo a seconda delle possibilità e disponibilità degli interessati. Ovviamente gli incontri sono avvenuti solo con le persone che mi hanno risposto.

    RispondiElimina
  19. Custode: sono sicuro che non lo fai apposta ma è proprio quello che succede: "blocchi" e "disincentivi", con in tuo (forse giustificato) comportamento i commenti degli utenti. Ritengo che tutti noi siano "occupati" in una qualche attività (io sono un ingegnere e mi occupo di progettazione architettonica, strutturale e direzione dei lavori di edifici civili, collaboro con una primaria azienda alimentare per la sicurezza cantieri, sono consulente d'ufficio per il tribunale talte altre cose che è inutile ricordare). Ti invito a controllare le tue ultime 6 "notizie"; sono ancora a zero "commenti". Ti sei chiesto il perchè? Certo il tablet pc è un prodotto di nicchia ma .... è mai possibile che nessuno (o pochi) abbia voglia di commentare le tue "notizie". Vedi si arriva al tuo sito perchè si è alla ricerca di informazioni sui tablet pc ed in italiano c'è veramente poco ma poi, dopo un pò (chi sa perchè?) passa la voglia di leggere le tue pagine e, visto che in italiano c'è penuria di informazioni, si passa ai siti esteri. Dai, fatti un esame di coscienza magari ti renderai conto che qualcosa di vero c'è nelle mie parole.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.