il Tablet PC Italico

Cerca nel sito

venerdì 20 agosto 2010

Le funzionalità multitocco integrate in Ubuntu, inchiostro digitale ancora a parte

Canonical annuncia che le edizioni Netbook, Desktop e Light di Ubuntu integreranno il supporto alle funzionalità multitocco a partire dalla versione 10.10.

L'inserimento delle API e del motore di riconoscimento dei gesti a più dita nelle varie edizioni di Ubuntu permetterà agli utilizzatori di questa distribuzione Linux di adoperare i propri dispositivi multitocco in modo più semplice.

Si tratta di funzionalità pensate in modo particolare per i Tablet PC, tant'è che l'annuncio di Canonical parla in modo esplicito del Dell Latitude XT2 e degli HP Touchsmart tx2.
L'inchiostro digitale resta invece ancora qualcosa di non integrato, che l'utente dovrà installare in modo autonomo. Anche il mondo "open source" preferisce andare sul sicuro e seguire quello che la gente crede di volere.



Potete trovare l'annuncio completo sul blog di Canonical. Grazie a Gianluca per la segnalazione.

3 commenti:

  1. Sempre all'erta.

    Per quanto riguarda l'inchiostro digitale (ovvero riconoscimento della scrittura, perchè per il disegno è già tutto funzionante) credo che ci voglia un po' di più, perchè è una cosa abbastanza complessa. Poi credo che si possa comunque installare OneNote in wine, non so bene quanto e come possa giovare rispetto ad averlo in windows.

    Ubuntu ha assolutamente bisogno di essere avanti e al passo con la concorrenza. È un sistema leggero e gratuito e molto versatile, perfetto per pseudo tabletPC.

    Sono sicuro che con un po' di pazienza avremo anche un sistema di riconoscimento della scrittura, magari anche a pagamento da terze parti chissà..

    RispondiElimina
  2. Usando Wine si potrebbe usare OneNote, ma si perderebbe la possibilità di riconoscere la scrittura, in quanto mancando Windows manca il motore di riconoscimento.
    Ci sono comunque buone alternative, come Xournal, anche se non raggiungono i livelli di Sette.

    RispondiElimina
  3. Questa notizia che gira da un po' è sempre incompleta :/ Il supporto al multitouch esiste da secoli integrato a livello kernel. Quello che ha fatto la canonical creare una sorta di wrapper che traduce le "gestures" in comandi predefiniti per dare le possibilità del multitouch a programmi che di fatto non lo supportano. É giusto un chiarimento, ma andava fatto.

    RispondiElimina

I commenti servono a commentare l'articolo. Per domande, discussioni o qualunque altra cosa si prega di utilizzare il Forum.